Terna: consumi elettrici in crescita dello 0,9% a novembre | T-Mag | il magazine di Tecnè

Terna: consumi elettrici in crescita dello 0,9% a novembre

Nel mese di novembre, secondo quanto rilevato da Terna – la società che gestisce la rete elettrica nazionale – la domanda di elettricità in Italia è stata di 25,7 miliardi di kWh, valore in crescita dello 0,9% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.
Depurata dall’effetto congiunto di temperatura e calendario, la richiesta di energia elettrica di novembre risulta in calo dello 0,6%: rispetto al corrispondente mese del 2014, infatti, quest’anno novembre ha avuto un giorno lavorativo in più (21 vs 20) e una temperatura media mensile di circa due gradi centigradi inferiore.
Nei primi undici mesi dell’anno il fabbisogno di elettricità in Italia risulta in crescita dell’1,6% rispetto al corrispondente periodo del 2014. A parità di calendario il dato è in aumento dell’1,4%.
I 25,7 miliardi di kWh richiesti nel mese di novembre sono distribuiti per il 47,4% al Nord, per il 29,6% al Centro e per il 23,0% al Sud. A livello territoriale, la variazione della domanda di energia elettrica del mese di novembre è risultata positiva al Centro (+2,7%) e al Sud (+2,1%), e negativa al Nord (-0,3%).
Nel mese di novembre la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’81,1% con produzione nazionale e per la quota restante (18,9%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. In dettaglio, la produzione nazionale netta (21 miliardi di kWh) è diminuita dello 0,6% rispetto ai volumi di novembre 2014. Sono in crescita le fonti di produzione fotovoltaica (+33,8%), termica (+11,5%) e geotermica (+8,5%). In calo le fonti idroelettrica (-41,2%) ed eolica (-6,3%).
In termini congiunturali, la variazione destagionalizzata della domanda elettrica di novembre rispetto a ottobre è stata pari a +0,4%.
La potenza massima richiesta a novembre è stata di 52.224 megawatt, valore che Terna ha registrato mercoledì 25 alle ore 18 e risulta superiore del +2,8% al dato registrato alla punta del corrispondente mese dell’anno precedente.

 

Scrivi una replica

News

Francia, a settembre sale a 57,2 punti l’indice Pmi composito

Sale a 57,2 punti l’indice Pmi composito della Francia nel mese di settembre. Ad agosto si era attestato a 55,2 punti.…

22 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, indice composito sale a 57,8 punti a settembre

In Germania, l’indice composito nel mese di settembre, ha registrato una crescita a 57,8 punti dai 55,8 di agosto.…

22 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Indice Pmi composito sale a 56,7 punti a settembre, oltre le attese

Stando ai dati rilevati da Markit Economics, l’indice Pmi composito, sale a 56,7 punti nel mese di settembre, dai 55,7 di agosto, mentre le stime…

22 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Pil del 2016 confermato al +0,9%, ma peggiora il deficit”

“I dati qui presentati incorporano la revisione dei conti nazionali relativa al biennio 2015-2016, effettuata per tenere conto delle informazioni acquisite dall’Istat successivamente alla stima…

22 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia