L’impatto delle multinazionali estere in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’impatto delle multinazionali estere in Italia

impreseSono 13.165 le multinazionali estere presenti in Italia e danno lavoro a 1,2 milioni di persone, mentre sono 22.004 quelle italiane all’estero e contano 1,8 milioni di addetti. Rispettivamente i fatturati, nel 2013, si sono attestati a 500 miliardi e a 542 miliardi di euro.
Per quanto riguarda le multinazionali estere in Italia l’Istat ha rilevato che si tratta di aziende mediamente più grandi rispetto alle controllate italiane. La dimensione media è infatti di 89,1 addetti contro i 3,5 delle imprese a controllo nazionale.
In termini di valore aggiunto generano qualcosa come 92 miliardi di euro e spendono in investimenti circa undici miliardi di euro.
Secondo quanto rilevato dall’istituto nazionale le multinazionali a guida straniera contribuiscono al settore dell’industria e dei servizi con il 7,1% degli addetti e il 16,7% del fatturato totale. Importanti anche le quote sul valore aggiunto, il 13,6%, e sugli investimenti, il 14,4%. Notevole poi l’apporto dato all’interscambio italiano. E’ legato alle multinazionali estere il 26,2% delle esportazioni e il 46,2% delle importazioni.
Guardando invece alle multinazionali italiane all’estero si nota come, al contrario di quelle estere nel nostro territorio nazionale, siano aumentate del 174% (contro il -1,2% di quelle estere in Italia). Come anticipato impiegano 1,8 milioni di addetti e hanno generato, nel 2013, 542 miliardi di euro di fatturato.
Quelle più dinamiche, secondo l’analisi dell’Istat, sono state quelle attive nella fabbricazione di computer e di prodotti di elettronica e ottica, quelle attive nel comparto apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e di orologi, che hanno registrato, nel complesso, un aumento del 29,9% in termini di addetti e del 49,2% del fatturato. Bene anche quelle attive nella fabbricazione di prodotti chimici – con un +11,2% di addetti e un +1,7% di fatturato – e nella fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici – dove si è invece registrato un +4,6% degli addetti e un +11,6% del fatturato-.

 

Scrivi una replica

News

Ocse: “Economia globale in crescita sia nel 2017 che nel 2018”

Nel 2017, il Prodotto interno lordo globale crescerà del 3,5%. Lo prevede l’OCSE, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, nel suo ultimo Economic…

20 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ocse: “Nel 2017 il Pil dell’Italia crescerà grazie alla domanda interna”

Nel 2017 il Prodotto interno lordo dell’Italia dovrebbe aumentare dell’1,4%. Lo prevede l’OCSE, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, nel suo ultimo Economic…

20 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, Rajoy: “La Catalogna? A nessuno piace questa situazione”

“A nessuno piace questa situazione, e a me neppure”. Lo ha detto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commentando, davanti al Congresso dei deputati di Madrid,…

20 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Attraversiamo una fase di indiscutibile crescita”

“I segni della ripresa economica si sono trasformati in una indiscutibile crescita, ma dobbiamo essere prudenti e non perdere il momento nei nostri sforzi di…

20 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia