Salgono i redditi reali degli agricoltori italiani | T-Mag | il magazine di Tecnè

Salgono i redditi reali degli agricoltori italiani

agricolturaPermangono alcune criticità legate alla tipologia di prodotto, ma i redditi reali degli agricoltori italiani sono quelli che in Europa hanno registrato l’incremento maggiore nel corso del 2015. E’ quanto emerge da un’elaborazione della Coldiretti su dati Eurostat.
Secondo le rilevazioni dell’Istituto di statistica dell’Unione europea, mentre il reddito reale per lavoratore degli agricoltori europei è diminuito rispetto allo scorso anno di 4,3 punti percentuali, quello dei lavoratori italiani ha registrato un aumento di 8,7 punti percentuali. Allo stesso tempo, sottolinea però la Coldiretti, permangono ancora delle aree di grave crisi per le quali i ricavi non bastano nemmeno per coprire i costi di produzione (“dal latte alla carne fino ai cereali”, spiegano dall’associazione di categoria).
Il confronto con gli altri Paesi europei appare migliore se si raffronta poi l’andamento degli ultimi cinque anni: tra il 2010 ed il 2015 i redditi reali degli agricoltori italiani sono cresciuti del 26,1%, ponendo così il nostro Paese al vertice della classifica Ue. Al contrario, dall’altro lato della graduatoria troviamo invece la Finlandia e la Germania con diminuzioni dei redditi, rispettivamente, del 53,7% e del 35,3% tra il 2010 ed il 2015.
Il merito dell’Italia, precisa l’associazione degli agricoltori, è stato quello di differenziarsi rispetto ai Paesi concorrenti. Non bisogna, infatti, dimenticare che il nostro Paese è ai vertici in Europa per prodotti a denominazione riconosciuti, per le imprese orientate al biologico e per la sicurezza alimentare. Basti pensare che solo lo 0,4% dei prodotti agroalimentari nostrani presenta residui chimici irregolari, contro l’1,4% della media europea.
Anche in termini di produzione di valore aggiunto l’agricoltura italiana va meglio rispetto al resto d’Europa. Secondo lo studio il valore aggiunto italiano è il triplo di quello prodotto nel Regno Unito e il doppio della media europea.

 

Scrivi una replica

News

Dl Dignità, Di Maio: «La fiducia? Spero di no»

«Spero di no, però mi aspetto, e questo lo auspico, perché il Parlamento è sovrano, che ci sia un atteggiamento costruttivo sulle modifiche. Se poi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Alessandro Rivera sarà il prossimo direttore generale del Mef

Alessandro Rivera sarà il nuovo direttore generale del ministero del ministero dell’Economia. Lo riferisce l’agenzia Reuters, citando «tre fonti vicine alla situazione». Ha 47 anni…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps, Di Maio: «Boeri? Non ho il potere di rimuoverlo»

Il presidente dell’INPS «Boeri? Io non ho il potere di rimuovere questa persona: o scade oppure resta lì». Lo ha detto il vice premier Luigi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cdp, Fabrizio Palermo nuovo amministratore delegato

Fabrizio Palermo è il nuovo amministratore delegato di CDP, la Cassa depositi e Prestiti. Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters, citando «tre fonti vicine alla…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia