Mercato europeo delle auto in crescita da 29 mesi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Mercato europeo delle auto in crescita da 29 mesi

mercato_autoContinua a correre il mercato dell’auto europeo all’inizio del 2016, anche se ad un passo più lento rispetto alla fine dello scorso anno. Le immatricolazioni a gennaio sono infatti cresciute del 6,3% rispetto allo stesso mese del 2015, contro il +16% annuo messo a segno a dicembre. Nonostante ciò si tratta comunque del 29esimo mese consecutivo di crescita.
In valori assoluti le immatricolazioni europee sono state 1.061.150 contro le 999.195 del gennaio dello scorso anno. Guardando ai singoli Paesi si nota come il risultato migliore sia stato messo a segno dall’Islanda con un +79,8%, a cui seguono l’Irlanda, con un +33,6%; Cipro, +25,9%; la Slovacchia, +19,7%; e il Portogallo, +17,7%.
Al sesto posto troviamo poi l’Italia, appunto con un +17,4%, mentre registrano una crescita più lieve le immatricolazioni di Francia (con appena un +3,9%), Germania (+3,3%) e Regno Unito (+2,9%). IN calo invece le immatricolazioni di Grecia (-2,5%), Croazia (-4,7%), Lettonia (-5,1%), Belgio (-6,3%) e Olanda (-14,4%).
Tra i principali gruppi automobilistici, Fca group (Fiat, Jeep, Lancia/Chrysler, Alfa Romeo, Dodge e Maserati) è quello che ha fatto meglio: le immatricolazioni europee sono infatti cresciute del 14,5% arrivando a toccare le 72.646 unità. Un risultato che ha consentito di portare la quota di mercato dal 6,2% dello scorso anno al 6,6%.
Il gruppo Volkswagen (Volkswagen, Audi, Skoda, Seat, Porche, Bentley, Lamborghini e Bugatti) sulla scia degli scandali legati alle emissioni, ha invece registrato una crescita di appena un punto percentuale (a 265.697 unità), mantenendosi comunque leader in Europa, ma perdendo l’1,3% della quota di mercato: dal 25,6% del gennaio 2015 al 24,3%.
Sul podio si confermano poi PSA group (Peugeot, Citroen, Ds) e il gruppo Renaul (Renault e Dacia), rispettivamente con crescite del 3,7% (a 114.352 immatricolazioni) e dell’1% (a 97.927) e quote di mercato pari al 10,5% (contro il 10,7% dello scorso anno) e al 9% (contro il 9,4%).

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Macron: “Il passaggio alla fase 2 del negoziato è nelle mani della May”

“Il passaggio alla fase 2 del negoziato sulla Brexit è nella mani di Theresa May. Sul fronte finanziario non siamo neanche a metà del cammino…

20 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siria, Raqqa dichirata ufficialmente libera dalle forze filo-Usa

Le forze filo-Usa hanno dichiarato Raqqa ufficialmente libera. La città era “capitale” dello Stato islamico ed è stato ufficialmente dichiarato libera da ogni presenza di…

20 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Catalogna, accordo Pp-Pse per elezioni a gennaio in caso di commisariamento con art. 155

Se la regione ribelle sarà commissariata con l’art. 155 della costituzione, il premier spagnolo Mariano Rajpy e il leader Psoe Pedro Sanchez hanno deciso di…

20 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Possibili misure su web tax in manovra”

“Nella cena di ieri i leader Ue hanno discusso a lungo di web tax, ma voglio sia chiaro che i tempi Ue, così come quelli…

20 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia