Il valore dell’export legato all’e-commerce | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il valore dell’export legato all’e-commerce

ecommerceSi parla spesso del notevole contributo che lo sviluppo del digitale potrebbe avere sull’economia italiana (secondo Accenture una crescita aggiuntiva del Pil del 4,2% entro il 2020), soprattutto grazie a canali come l’e-commerce. Eppure, stando all’indice Desi, che calcola la digitalizzazione dell’economia e delle società, l’Italia è ancora molto indietro rispetto al resto d’Europa.
Non a caso il valore dell’export attraverso canali digitali vale ancora solo il 4% del totale, circa sei miliardi di euro. Un dato che non deve stupire, visto che solo il 10% delle nostre imprese – secondo l’Eurostat – vende online.
Stando all’Osservatorio sull’Export del Politecnico di Milano – in cui analizza il ruolo che le nuove tecnologie possono giocare nel favorire e incrementare le esportazioni delle imprese italiane – la maggior parte del fatturato derivante dall’export online è legato ai grandi portali per la vendita al dettaglio e ai marketplace in stile eBay, ma anche ai siti dedicati alla vendita privata.
In particolare la vendita considerata “indiretta”, ovvero tramite siti come Amazon.com, eBay.com o Zalando, che acquisiscono prodotti in Italia per venderli all’estero, vale circa 4,5 miliardi di euro. Quella diretta invece – ovvero quella che avviene attraverso i siti dei produttori stessi o attraverso i siti di retailer online o multi canale o mediante marketplace con domini italiani, come eBay.it – vale circa 1,5 miliardi di euro.
Analizzando i comparti del Made in Italy, il fashion risulta quello con la quota maggior sul totale dei prodotti venduti all’estero, con oltre il 65%. Seguono, a distanza, il Food ed il Design con una quota di circa il 15% a testa. I principali mercati di sbocco sono l’Europa, Stati Uniti, la Russia e Giappone, mentre ancora poche vendite online vengono fatte verso la Cina e verso il Sud America.

 

Scrivi una replica

News

Coree, Trump: «Kim ha accettato la chiusura dei siti nucleari e dei test missilistici»

«Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha accettato la visita di ispettori e la chiusura permanente dei siti nucleari e di test missilistici». È quanto postato…

19 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercato auto, vendite Fca in aumento del 38,9% ad agosto

Il gruppo Fca ha venduto nell’Ue-28 e nei Paesi Efta 73.259 auto nel mese di agosto, facendo registrare così un aumento del 38,9% rispetto allo…

19 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercato europeo delle auto in crescita del 29,8% ad agosto

Nel mese di agosto il mercato europeo delle auto ha registrato una crescita del 29,8% rispetto ad agosto 2017. Le immatricolazioni sono state 1.171.760. Nei…

19 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 69,96 dollari al barile e Brent a 70,08 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 69,96 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 79,08 dollari.…

19 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia