I distretti industriali crescono di più | T-Mag | il magazine di Tecnè

I distretti industriali crescono di più

produzione_industrialeI distretti industriali sono un punto di forza del tessuto imprenditoriale italiano. Diversi studi lo certificano ampiamente, sottolineando che negli anni della crisi economica le imprese distrettuali hanno dimostrato una maggiore resilienza rispetto alle imprese concorrenti non distrettuali e hanno recuperato quasi completamente quanto perso durante la recessione.
I distretti industriali sono costituiti da una comunità di imprese – generalmente di piccole e medie dimensioni, con meno di 250 addetti ciascuna – e di persone unite, oltre che da relazioni territoriali, anche da legami socio-economici e attive in uno stesso settore.
Secondo i più recenti dati dell’ISTAT, diffusi lo scorso anno e aggiornati al 2011, i distretti industriali italiani sono 141 (nel 2001 erano 181) e rappresentano circa un quarto del sistema produttivo del nostro Paese, assorbendo il 24,5% dell’occupazione nazionale. Cifre sufficienti per comprenderne la loro rilevanza nel tessuto produttivo italiano.
I dati contenuti nel rapporto di Intesa Sanpaolo ne confermano invece il potenziale. Pur non restando completamente immuni dalla crisi economica, i distretti industriali hanno dimostrato una maggiore resistenza – il dossier osserva che tra il 2009 e il 2014 le imprese distrettuali hanno fatto meglio di quelle non distrettuali – e una forte capacità di recupero: il fatturato raggiunto nei distretti nel 2014 è di poco inferiore rispetto ai valori del 2008 (-0,5%) mentre nelle aree non distrettuali il gap è ancora significativo e pari al 5,9%. Inoltre, un quinto delle imprese nei distretti industriali ha registrato un incremento degli addetti superiore al 38% (cinque punti percentuali in più rispetto alle aree non distrettuali).
Ma le cose dovrebbero andare bene anche nel futuro prossimo: sostenuto dalla domanda interna e da un rafforzamento degli investimenti, il fatturato dovrebbe crescere del 2,7% medio annuo per il biennio 2016-2017. Performance leggermente migliori rispetto a quelle registrate tra il 2014 e il 2015, quando il fatturato a prezzi correnti delle imprese distrettuali è cresciuto mediamente dell’1,9% l’anno.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, a giugno indice Pmi in aumento rispetto al mese precedente

A giugno attività economica dell’Eurozona in crescita, trainata dai servizi. Lo sostiene il sondaggio Pmi curato da IHS Markit. L’indice preliminare composito – che unisce…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dazi, Boccia (Confindustria): «Fanno del male all’Italia e all’Europa»

«Siamo un Paese ad alta vocazione di export e quindi i dazi fanno del male all’Italia e all’Europa. Ecco perché su questo aspetto dobbiamo essere…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, nel primo trimestre il Pil rallenta a +0,2%

Nel primo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo della Francia è cresciuto dello 0,2%, in rallentamento rispetto al trimestre precedente (+0,7%). Lo rende noto l’INSSE,…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: «Spero che settimana prossima possa partire il decreto dignità»

«Spero che la settimana prossima possa partite il decreto dignità». Lo ha affermato Luigi Di Maio arrivando al congresso Uil. «La norma eliminerà la burocrazia…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia