Export agroalimentare in crescita nel 2015 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Export agroalimentare in crescita nel 2015

agricolturaNel 2015 le esportazioni sono cresciute del 3,7% (del 3,8% quelle vero i Paesi dell’Unione europea e del 3,6% quelle extra-Ue) in valore e dell’1,9% in volume. Un risultato reso possibile dalle vendite verso l’estero di tutti i settori e in particolar modo di quelle agroalimentari. In particolare, si può osservare nelle note dell’Istat, i prodotti dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca hanno registrato un progresso del 9,9%, quelli degli alimentari e delle bevande (e del tabacco) del 3,8%.
Secondo un recente rapporto della Cia – la Confederazione italiana degli agricoltori – nel 2015 la maggior parte delle esportazioni agroalimentari italiane sono legate alla produzione dell’area Nord-Est del Paese, con una quota del 40,2%. Seguono il Nord-Ovest, con il 25,4%; il Sud e le Isole, con il 22,5%; e, infine, il Centro con l’11,8%.
Per quanto riguarda l’agricoltura, la silvicoltura e la pesca, osservando le singole regioni, si nota come, per il Nord-Ovest, quella che ha riportato il maggiore incremento delle esportazioni sia stata la Liguria, con un +11,9%, mentre la peggiore il Piemonte con un +2,7%. Per il Nord-Est spicca la variazione tendenziale del Trentino (+13,9%), mentre la dinamica peggiore ha interessato l’Emilia Romagna, con il +4,9%.
Al Centro, le Marche riportano un +39% mettendo a segno la crescita maggiore, contrapponendosi al più esiguo +1,3% della Toscana, al Sud invece la variazione percentuale maggiore è stata messa a segno dalla Sardegna, con il 30,4%, mentre il Molise ha registrato un calo del 9,5%.
Per l’alimentare, invece, la regione del Nord Ovest che ha riportato le performance migliori è la Valle d’Aosta con un +10,2%, mentre la peggiore la Lombardia con appena un +0,3%. Il Veneto ha invece messo a segno il miglior risultato del Nord-Est, +12,1%, mentre il Trentino il peggiore, +4,9%.
Al Centro e al Sud sono, infine, spiccati i risultati di Toscana e Basilicata, +18,5% e +39%, mentre i più deludenti hanno interessato l’Umbria e il Molise, -1,3% e -17%.

 

Scrivi una replica

News

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 137 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 137 punti.…

23 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: “Non ho mai detto di voler dare armi agli insegnanti”

“Non ho mai detto ‘diamo armi agli insegnanti’. Quello che ho detto è guardare alla possibilità di dare armi a insegnanti esperti di armi con…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps: “Nel 2017 488mila posti di lavoro, solo il 23% a tempo indeterminato”

“Alla fine del 2017, nel settore privato si registra un saldo tra i flussi di assunzioni e cessazioni registrati nel corso dell’anno pari a +488.000,…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giustizia, via libera alla riforma delle carceri

Il governo ha dato il via libera a tre decreti attuativi della riforma dell’ordinamento penitenziario. “E’ un lavoro in progress, lavoriamo con strumenti diversi con…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia