Renzi: “Cambiamenti radicali in due anni, il referendum è più di un semplice sì” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Renzi: “Cambiamenti radicali in due anni, il referendum è più di un semplice sì”

“Il lavoro di questi due anni ha prodotto un cambiamento radicale ma la sfida più grande inizia adesso”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi, aprendo la campagna per il ‘sì’ al referendum costituzionale di autunno, al teatro Niccolini di Firenze. “Io non sarei mai arrivato a Palazzo Chigi – ha aggiunto Renzi – se non avessi avuto una straordinaria esperienza di popolo. Ora c’è una partita che da solo potrei anche vincere ma non basterebbe. Nel referendum la domanda è molto semplice: sì o no. Ma lì dentro c’è molto di più: c’è la riforma istituzionale. La riforma non è contro chi ha combattuto per la libertà. Con il referendum un presidente della regione non guadagnerà più del presidente del Consiglio, ma neanche più del presidente degli Stati Uniti…Certo non si fanno le riforme per questo ma comunque…Tutte queste cose determineranno divisione tra l’Italia che dice sì e l’Italia che sa dire solo no. Io non mi risparmio: non siamo noi a vincere questa sfida. La rottamazione non vale solo quando si voleva noi: se non riesco vado a casa. E’ essenziale che ognuno di voi si prenda un pezzettino e da domenica 15 maggio pubblicheremo come fare”.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Tusk: «Uno scenario di non accordo è più probabile rispetto al passato»

Sulla Brexit «dobbiamo restare fiduciosi e determinati, poiché c’è volontà di continuare questi negoziati da entrambe le parti». Lo ha scritto il presidente del Consiglio…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Juncker: «Una deviazione dell’Italia sarebbe inaccettabile per altri Paesi»

«Se accettassimo il derapage» previsto dalla manovra rispetto alle regole europee «alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie e invettive con l’accusa di essere troppo flessibili…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Serve una gestione condivisa per i migranti»

«Il Consiglio europeo arriva in un momento in cui i cittadini attendono dall’Ue risposte concrete. Le elezioni europee porteranno a una nuova Commissione: dovremo lavorare…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Bisogna ridurre il gap di crescita con l’Ue»

«È fondamentale per il nostro Paese ridurre il gap di crescita con l’Ue orientando la spesa verso equilibrio e stabilità». Così il primo ministro, Giuseppe…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia