Renzi: “Cambiamenti radicali in due anni, il referendum è più di un semplice sì” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Renzi: “Cambiamenti radicali in due anni, il referendum è più di un semplice sì”

“Il lavoro di questi due anni ha prodotto un cambiamento radicale ma la sfida più grande inizia adesso”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi, aprendo la campagna per il ‘sì’ al referendum costituzionale di autunno, al teatro Niccolini di Firenze. “Io non sarei mai arrivato a Palazzo Chigi – ha aggiunto Renzi – se non avessi avuto una straordinaria esperienza di popolo. Ora c’è una partita che da solo potrei anche vincere ma non basterebbe. Nel referendum la domanda è molto semplice: sì o no. Ma lì dentro c’è molto di più: c’è la riforma istituzionale. La riforma non è contro chi ha combattuto per la libertà. Con il referendum un presidente della regione non guadagnerà più del presidente del Consiglio, ma neanche più del presidente degli Stati Uniti…Certo non si fanno le riforme per questo ma comunque…Tutte queste cose determineranno divisione tra l’Italia che dice sì e l’Italia che sa dire solo no. Io non mi risparmio: non siamo noi a vincere questa sfida. La rottamazione non vale solo quando si voleva noi: se non riesco vado a casa. E’ essenziale che ognuno di voi si prenda un pezzettino e da domenica 15 maggio pubblicheremo come fare”.

 

Scrivi una replica

News

Venezuela, una persona è stata uccisa dall’esercito venezuelano al confine con il Brasile

Un civile è stato ucciso e altri 12 sono stati feriti dall’esercito venezuelano al confine tra il Venezuela e il Brasile. Lo riferisce il Washington…

22 Feb 2019 / 1 Commento / Leggi tutto »

Tria: «Le regole dell’Ue non consento interventi anti-crisi»

«Le regole europee approvate in fretta quasi un decennio fa possono funzionare durante periodi di crescita ma non rispondono all’esigenza di far fronte al veloce…

22 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Spero in un confronto sull’acqua»

«L’acqua pubblica è un bene comune per eccellenza, è scritto anche nel contratto di governo, e auspico, nel rispetto delle Camere, che l’esame possa procedere…

22 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Pyongyang: «La figlia dell’ambasciatore voleva tornare. Nessun caso politico»

«L’ex ambasciatore nordcoreano Jo Song Gil non aveva alcun motivo politico per disertare. E sua figlia odiava i genitori perché la lasciavano a casa da…

22 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia