Confcommercio: “A marzo il misery index è tornato sui livelli di fine 2011” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Confcommercio: “A marzo il misery index è tornato sui livelli di fine 2011”

L’indice di disagio sociale (misery index) elaborato da Confcommercio è sceso a marzo. Lo rende noto Confcommercio attraverso la diffusione di una nota. Il misery index si è attestato a 18,3 punti, in diminuzione di sei decimi di punto rispetto a febbraio. Con il calo registrato a marzo, l’indice torna sui valori di fine 2011. Secondo Confcommercio, il calo è riconducibile sia alla frenata rilevata per i prezzi dei beni ad alta frequenza d’acquisto, sia alla riduzione della disoccupazione.

 

Scrivi una replica

News

Mattarella: «L’Europa deve fare di più sui rifugiati»

«La tragedia dei rifugiati donne, uomini e bambini costretti ad abbandonare le proprie case in cerca di un luogo dove poter vivere è oggi sempre…

20 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Canada, legalizzata la marijuana per uso ricreativo

Il Canada ha approvato la legge che legalizza la marijuana per uso ricreativo. La legge ha ricevuto 52 voti favorevoli e 29 contrari.…

20 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 65,5 dollari al barile e Brent a 75,37 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 65,5 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 75,37 dollari.…

20 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 218,8 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 218,8 punti.…

20 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia