Rallenta la produzione industriale a marzo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rallenta la produzione industriale a marzo

lavoro_impreseDopo i buoni risultati tendenziali messi a segno a gennaio e febbraio 2016, nel mese di marzo l’Istituto nazionale di statistica ha registrato un rallentamento della crescita della produzione industriale. Secondo le rilevazioni dell’Istat, infatti, nel terzo mese dell’anno la produzione industriale italiana è stata interessata da un progresso di 0,5 punti percentuali, dopo il +1,1% di febbraio e l’ottimo +3,8% di gennaio. Osservando le serie storiche si può osservare come nel 2015, a parte tre eccezioni (gennaio -2,1%, giugno -0,3% e dicembre 0,9%), la produzione sia sempre cresciuta rispetto ai corrispondenti mesi del 2014, comportando un aumento dell’1,1% nell’intero anno (dopo il calo dello 0,7% dell’anno precedente).
A livello congiunturale l’andamento è stato un po’ diverso. Mentre a gennaio l’indice è cresciuto dell’1,7% rispetto a dicembre 2015, a febbraio si è registrata una flessione dello 0,7%. L’ultimo mese considerato ha invece riportato una variazione nulla, lasciando quindi l’indice stabile a 92,7 punti. Nel trimestre gennaio-marzo la produzione industriale è invece cresciuta dello 0,7% sul trimestre precedente e dell’1,6% sullo stesso periodo dello scorso anno.
Osservando i settori di attività economica l’Istat segnala un forte aumento congiunturale per la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria, +3,5%, mentre sia l’attività estrattiva che le attività manifatturiere riportano dei cali: rispettivamente -5,9% e -0,3%. Guardando più da vicino le singole tipologie di attività manifatturiere si notano aumenti solo per la Fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati, +1,7%, e per la Fabbricazione di macchinari e attrezzature, +0,7%.
Nel periodo gennaio-marzo riportano un aumento solamente le Attività manifatturiere, +1%, mentre l’Attività estrattiva segna un -3,2% rispetto al periodo ottobre-dicembre 2015. Giù anche la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria: -0,8%. Il confronto tendenziale mostra invece un -1,8% per l’Attività estrattiva, un +0,8% per le Attività manifatturiere e un -2,4% per la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria.

 

Scrivi una replica

News

Istat: «Inflazione rivista al ribasso all’1.6% a novembre»

«Nel mese di novembre 2018, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisca dello 0,2%…

14 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Avvocato Battisti: «Irreperibile da giovedì»

L’avvocato di Cesare Battisti, Igor Sant’Anna Tamasauska, ha rivelato all’Ansa che il suo assistito è irreperibile dalla giornata di giovedì 13 dicembre.…

14 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, nel 2017 40mila morti per arma da fuoco

Secondo il Centers for Disease Control and Prevention, nel 2017 ci sono stati 40mila morti per arma da fuoco. Il dato è il più alto…

14 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina: «Stop di 3 mesi a dazi su auto provenienti dagli Usa»

«La Cina ha deciso di sospendere per tre mesi, dal primo gennaio al 31 marzo 2019, l’applicazione dei dazi aggiuntivi dal 15% al 40%, sulle…

14 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia