Rallenta la produzione industriale a marzo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rallenta la produzione industriale a marzo

lavoro_impreseDopo i buoni risultati tendenziali messi a segno a gennaio e febbraio 2016, nel mese di marzo l’Istituto nazionale di statistica ha registrato un rallentamento della crescita della produzione industriale. Secondo le rilevazioni dell’Istat, infatti, nel terzo mese dell’anno la produzione industriale italiana è stata interessata da un progresso di 0,5 punti percentuali, dopo il +1,1% di febbraio e l’ottimo +3,8% di gennaio. Osservando le serie storiche si può osservare come nel 2015, a parte tre eccezioni (gennaio -2,1%, giugno -0,3% e dicembre 0,9%), la produzione sia sempre cresciuta rispetto ai corrispondenti mesi del 2014, comportando un aumento dell’1,1% nell’intero anno (dopo il calo dello 0,7% dell’anno precedente).
A livello congiunturale l’andamento è stato un po’ diverso. Mentre a gennaio l’indice è cresciuto dell’1,7% rispetto a dicembre 2015, a febbraio si è registrata una flessione dello 0,7%. L’ultimo mese considerato ha invece riportato una variazione nulla, lasciando quindi l’indice stabile a 92,7 punti. Nel trimestre gennaio-marzo la produzione industriale è invece cresciuta dello 0,7% sul trimestre precedente e dell’1,6% sullo stesso periodo dello scorso anno.
Osservando i settori di attività economica l’Istat segnala un forte aumento congiunturale per la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria, +3,5%, mentre sia l’attività estrattiva che le attività manifatturiere riportano dei cali: rispettivamente -5,9% e -0,3%. Guardando più da vicino le singole tipologie di attività manifatturiere si notano aumenti solo per la Fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati, +1,7%, e per la Fabbricazione di macchinari e attrezzature, +0,7%.
Nel periodo gennaio-marzo riportano un aumento solamente le Attività manifatturiere, +1%, mentre l’Attività estrattiva segna un -3,2% rispetto al periodo ottobre-dicembre 2015. Giù anche la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria: -0,8%. Il confronto tendenziale mostra invece un -1,8% per l’Attività estrattiva, un +0,8% per le Attività manifatturiere e un -2,4% per la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria.

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia vede al rialzo le stime di crescita dell’Italia

La Banca d’Italia ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell’economia italiana. Nel bollettino economico, Bankitalia ha scritto che il Prodotto interno lordo crescerà…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, nel 2017 il 47% delle imprese ha utilizzato almeno un social media

Nel 2017, il 47% delle imprese dell’Unione europea ha usato almeno un social media – blog, siti di condivisione dei contenuti, social network… -, con…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Senato, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, è stata nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ai sensi dell’articolo 59, secondo comma, della Costituzione.…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Cooperazione indispensabile per la lotta al terrorismo”

“Non dobbiamo mai dimenticare quanto sia indispensabile la componente della cooperazione allo sviluppo grazie al quale le relazioni con questi paesi possono aiutarci a costruire…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia