Al Sud torna a crescere lʼoccupazione | T-Mag | il magazine di Tecnè

Al Sud torna a crescere lʼoccupazione

sud_mezzogiornoL’aumento sottolineato dal rapporto semestrale sull’economia del Mezzogiorno realizzato da Diste Consulting per Fondazione Curella – nel 2015 è cresciuto il numero degli occupati nelle regioni meridionali: +94mila unità (dati ISTAT) – rappresenta un’inversione di tendenza rispetto al passato recente. Si è (finalmente) arrestata l’emorragia occupazionale che ha caratterizzato il Sud e le Isole del Paese, in questi ultimi otto anni: dall’inizio della crisi economica, l’economia del Mezzogiorno ha perso complessivamente 516mila posti di lavoro. Un’enormità. Specialmente se si considerano i posti di lavoro bruciati in tutto il Paese tra il 2008 e il 2015: 811mila, secondo i calcoli dello SVIMEZ, l’Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno.
Il rapporto realizzato per la Fondazione Curella sottolinea che nel 2015 l’occupazione è aumentata (+1,6%) grazie ad una dinamica positiva registrata nel primo semestre. Come dovrebbero andare le cose nel 2016? Le stime prevedono che l’aumento dell’occupazione e la flessione della disoccupazione dovrebbero decelerare. Il rapporto spiega che la domanda di lavoro dovrebbe aumentare dell’1,2%, con la creazione netta di 70mila nuovi posti di lavoro. Mentre il tasso di disoccupazione resterà elevato (a quota 18,6%) pari a 2,2 volte il tasso registrato nelle regioni centro-settentrionali.
Oltre all’incremento occupazionale, l’analisi sottolinea anche la diminuzione dei fallimenti tra le aziende meridionali. Un calo che Confindustria e il CERVED hanno provato a spiegare nel loro Rapporto PMI Mezzogiorno 2016, diffuso solo qualche settimana fa. Il report sostiene che, oltre a costringere le imprese più deboli e meno affidabili ad uscire dal mercato, la crisi economica avrebbe spinto le aziende sopravvissute ad intraprendere un percorso “spesso faticoso di ristrutturazione”, che ne ha accresciuto la competitività e la resistenza.

 

Scrivi una replica

News

Pensioni, Di Maio: «L’Ocse non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano»

«L’OCSE non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano che il governo democraticamente legittimato sta portando avanti. Il superamento della legge Fornero è nel…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, vertice straordinario il 17 e il 18 novembre

Il vertice straordinario sulla Brexit si terrà il 17 e il 18 novembre. Lo riferisce l’agenzia di stampa ANSA, citando «fonti europee». Ieri, mercoledì 19…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Nessun problema sul decreto sicurezza e immigrazione: lunedì in Cdm»

«Sul decreto migrazione non c’è nessun problema: il Cdm slitta perché fare la riunione senza premier e vicepremier mi sembrava di votarmi da solo il…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pensioni, Ocse: «Importante non disfare la riforma Fornero»

«Quando parliamo di riforma delle pensioni, penso sia importante non disfare la riforma Fornero». Lo ha detto la capoeconomista dell’OCSE, Laurence Boone, replicando a una…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia