Imprese: prosegue il calo dei fallimenti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Imprese: prosegue il calo dei fallimenti

costruzioni_impreseI dati sui fallimenti registrati nei primi mesi del 2016 sono in linea con quanto rilevato a livello complessivo nel 2015. Secondo l’ultimo Osservatorio CERVED su fallimenti, procedure e chiusure di imprese, nel primo trimestre del 2016 le imprese che hanno aperto una procedura fallimentare sono state 3.600, in diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2015 (-4,5%) e in linea con il trend certificato negli ultimi mesi.
Secondo un dossier curato da Cribis D&B, il numero complessivo dei fallimenti registrati nel 2015 è risultato in calo rispetto all’anno precedente – Cribis D&B ne ha contati 14.416 contro i 15.605 del 2014 –, per la prima volta dal 2009. Quando le imprese che dichiararono fallimento furono 9.383. A dimostrazione che, nonostante i cali registrati di recente, i fallimenti rimangono ancora al di sopra rispetto ai livelli del periodo immediatamente precedente la crisi economica: il CERVED osserva che nel 2008 le imprese che dichiararono fallimento furono 7.500.
Ma la situazione generale delle imprese dovrebbe migliorare nei prossimi mesi. Nell’ultimo rapporto sulla Stabilità finanziaria, diffuso solo qualche settimana fa, la Banca d’Italia rileva un miglioramento graduale della situazione finanziaria delle imprese italiane, sottolineando la riduzione dell’indebitamento, l’aumento delle disponibilità liquide e per l’appunto il calo dei fallimenti. “Gli indicatori di vulnerabilità finanziaria delle imprese – scrive la Bankitalia nel suo report – dovrebbero continuare a ridursi nei prossimi trimestri, pur rimanendo elevati in alcuni settori”.

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia: «Continua la richiesta di prestiti»

«Nel terzo trimestre la domanda di finanziamenti da parte delle imprese ha continuato a crescere. All’aumento delle richieste di prestiti hanno contribuito il basso livello…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Merkel apre all’import di gas dagli Stati Uniti

Wall Street Journal ha reso noto che Angela Merkel ha ceduto alle pressioni del presidente americano Donald Trump e offre il sostegno per cofinanziare la…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 69,16 dollari al barile e Brent a 79,50 dollari

All’avvio dei mercati il greggio texano Wti è stato scambiato a 69,16 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 79,50 dollari.…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 310 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 310 punti.…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia