Mercato del lavoro Usa sotto osservazione | T-Mag | il magazine di Tecnè

Mercato del lavoro Usa sotto osservazione

janet_yellenLe intenzioni vengono confermate nel breve periodo, ma il graduale rialzo dei tassi non dovrebbe avvenire nel mese di giugno. A preoccupare la Fed – la banca centrale statunitense – è soprattutto l’andamento del mercato del lavoro (a maggio sono stati creati meno posti del previsto), considerato che nel suo complesso l’economia a stelle e strisce registra trend positivi. L’economia americana, insomma, ha creato a maggio 38 mila nuovi posti di lavoro, il peggior risultato da circa sei anni (febbraio 2010). Nonostante il tasso di disoccupazione sia sceso al 4,7% – il valore più basso da novembre 2007 – il dato relativo allo scorso mese non esalta gli osservatori Usa, poiché si attendevano 158 mila nuovi posti (mentre la media dei primi quattro mesi del 2016 è di 192 mila).
Ad ogni modo la stima del Pil statunitense per il primo trimestre 2016 è stata rivista al rialzo di un decimo di punto (da +0,1% a +0,2% su base congiunturale, come ricorda l’Istat nella consueta nota mensile). In sostanza “i fondamentali dell’economia rimangono solidi”. Ad aprile, poi, la spesa per consumi e il reddito disponibile delle famiglie hanno registrato un significativo incremento (+0,6% e +0,2% sul mese precedente).
La Fed, quindi, intende osservare gli sviluppi del mercato del lavoro prima di decidere la prossima mossa riguardo il processo di normalizzazione della politica monetaria. Intanto la spesa per i consumi personali risulta in aumento dell’1% negli Stati Uniti, dopo il +0,1% di marzo. I redditi personali sono invece cresciuti dello 0,4%.
L’atteggiamento attendista della Fed, comunque, dipende anche dal contesto internazionale. Con un occhio di riguardo a quanto avverrà tra poche settimane, quando il popolo britannico si esprimerà sull’ipotesi Brexit. L’eventualità che il Regno Unito possa uscire dall’Unione europea, secondo la presidente della Fed, Janet Yellen, potrebbe provocare “significative ripercussioni”, a proposito di rischi globali.

 

Scrivi una replica

News

Inflazione: frena in Italia, stabile in Francia. Confermate le stime per Germania e Spagna

Il rallentamento del tasso di inflazione in Italia (che a luglio scende all’1,1% su base annua, dopo l’1,2% di giugno) si accompagna ai risultati di…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio, l’AIE alza la stima sulla domanda mondiale per il 2017

L’AIE, l’Agenzia internazionale dell’energia, ha alzato (leggermente) le stime sulla domanda mondiale di petrolio nel 2017. Nel report, pubblicato oggi, venerdì 11 agosto, l’AIE sottolinea…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: “Siamo pronti a colpire”

“Le soluzioni militari sono ora pienamente predisposte, caricate e pronte a colpire, nel caso in cui la Corea del Nord dovesse agire in modo poco…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trasporto pubblico, l’Antitrust sanziona ATAC con una multa da 3,6 milioni di euro

L’ATAC – la municipalizzata che si occupa del trasporto pubblico a Roma – è stata sanzionata dall’Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia