Polimi: “Nel 2015 pubblicità online ha toccato i 2,1 miliardi di euro” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Polimi: “Nel 2015 pubblicità online ha toccato i 2,1 miliardi di euro”

Video e social sono i driver principali della crescita dell’Internet Advertising in Italia. Nel 2015 la pubblicità online è cresciuta del 29% con un valore di quasi 2,15 miliardi di euro, la TV chiude in pareggio con il 49%, mentre la stampa registra un calo del 5%, stabile la radio al 5%. Questi i dati dell’Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano. La concentrazione del mercato pubblicitario online è elevata e i due terzi del mercato dell’Internet Advertising sono riconducibili ai giganti internazionali (in particolare Google e Facebook), che registrano la crescita maggiore: +16% nel 2015 e +12% nel 2016. La Display Advertising resta la componente dominante all’interno dell’Internet Advertising, raggiungendo un valore di 1,2 miliardi nel 2015 (+15% sul 2014) e di 1,4 miliardi di euro nel 2016 (+13% rispetto al 2015). Nel 2015 per l’acquisto di visibilità sui motori di ricerca sono stati spesi 702 milioni di euro (+5%) e si prevede un’ulteriore crescita del 3% nel 2016, arrivando così a superare i 720 milioni. Si stima che quest’anno il video advertising crescerà del 34% arrivando a quasi 490 milioni di euro dopo aver ottenuto già nel 2015 una crescita del 25% e un valore assoluto di 364 milioni di euro. Questo valore nasce dalla somma di due componenti: da un lato la raccolta derivante da YouTube e dai Social Network che nel 2015 è pari a circa i due terzi del totale; dall’altro la raccolta sui siti degli editori/media company italiani e sui portali verticali che vale un terzo del totale ed è complessivamente stabile in valore assoluto nel 2015. L’Advertising sui Social Network (comprensivo del Video Advertising), sempre nel 2015, registra una crescita del 63% e si stima aumenterà del 40% nel 2016 arrivando intorno ai 390 milioni di euro. L’Internet Advertising su smartphone è cresciuto del 54% arrivando a 452 milioni di euro, mentre quello legato alle App per Tablet è aumentato del 35% arrivando a quota 84 milioni.

 

Scrivi una replica

News

Inflazione: frena in Italia, stabile in Francia. Confermate le stime per Germania e Spagna

Il rallentamento del tasso di inflazione in Italia (che a luglio scende all’1,1% su base annua, dopo l’1,2% di giugno) si accompagna ai risultati di…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio, l’AIE alza la stima sulla domanda mondiale per il 2017

L’AIE, l’Agenzia internazionale dell’energia, ha alzato (leggermente) le stime sulla domanda mondiale di petrolio nel 2017. Nel report, pubblicato oggi, venerdì 11 agosto, l’AIE sottolinea…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: “Siamo pronti a colpire”

“Le soluzioni militari sono ora pienamente predisposte, caricate e pronte a colpire, nel caso in cui la Corea del Nord dovesse agire in modo poco…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trasporto pubblico, l’Antitrust sanziona ATAC con una multa da 3,6 milioni di euro

L’ATAC – la municipalizzata che si occupa del trasporto pubblico a Roma – è stata sanzionata dall’Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia