Torna a crescere la produzione industriale | T-Mag | il magazine di Tecnè

Torna a crescere la produzione industriale

produzione_industrialeDopo il calo di febbraio e la variazione nulla di marzo, ad aprile la produzione industriale è tornata a crescere di mezzo punto percentuale. Ottime anche per le performance emerse dal confronto tendenziale e da quello trimestrale.
In particolare l’Istat ha rilevato una crescita dello 0,5% ad aprile sul mese precedente. Un progresso che arriva, appunto, dopo la variazione nulla di marzo e il calo dello 0,7% di febbraio. A gennaio la produzione industriale era invece cresciuta dell’1,7% interrompendo la serie negativa innescata nel novembre del 2015.
La variazione positiva di aprile è legata soprattutto alla crescita dell’1,1% che ha interessato la produzione di beni di consumo (-0,7% per quelli durevoli e +1,4% per quelli non durevoli) e al +2,2% messo segno dai meni intermedi. Scende invece dell’1,5% la produzione di energia e dello 0,1% quella di beni intermedi.
Il confronto tendenziale (corretto per gli effetti di calendario) mostra invece una crescita dell’1,8% confermando la serie positiva messa segno in questi primi mesi del 2016: gennaio +3,8%, febbraio +1,1% e marzo +0,5%. Il progresso di aprile è il risultato della crescita del 2,1% relativa alla produzione di beni strumentali e al +1,3% dei beni intermedi. Scendono, rispettivamente dello 0,2% e dell’1,6%, i beni di consumo (durevoli 0,5%, -0,3% non durevoli) e l’energia.
Le tabelle sull’andamento congiunturale dei settori di attività economica mostrano un calo del 5,5% per l’attività estrattiva, un -1,6% per la fabbricazione di macchinari e attrezzature e un -0,6% per la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria. Crescono tutte le altre attività con risultati notevoli per la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati, +8,6%; per la fabbricazioni di prodotti chimici, +4,3; e per produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici, +4,2%.
Rispetto allo scorso anno si può invece notare un crollo del 15,7% dell’attività estrattiva e un forte calo per la produzione delle industrie tessili, dell’abbigliamento, delle pelli e degli accessori, -3,3%. Scende, in questo caso dell’1,4%, la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria.

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia vede al rialzo le stime di crescita dell’Italia

La Banca d’Italia ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell’economia italiana. Nel bollettino economico, Bankitalia ha scritto che il Prodotto interno lordo crescerà…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, nel 2017 il 47% delle imprese ha utilizzato almeno un social media

Nel 2017, il 47% delle imprese dell’Unione europea ha usato almeno un social media – blog, siti di condivisione dei contenuti, social network… -, con…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Senato, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, è stata nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ai sensi dell’articolo 59, secondo comma, della Costituzione.…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Cooperazione indispensabile per la lotta al terrorismo”

“Non dobbiamo mai dimenticare quanto sia indispensabile la componente della cooperazione allo sviluppo grazie al quale le relazioni con questi paesi possono aiutarci a costruire…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia