Come e quanto aumenterà il traffico internet entro il 2020 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Come e quanto aumenterà il traffico internet entro il 2020

di Umberto Schiavella

internetLa scorsa settimana è stato pubblicato lo studio internazionale Cisco Visual Networking Index (VNI) Complete Forecast 2015-2020 sulla crescita del traffico internet previsto per i prossimi anni. Dallo studio emerge come entro il 2020 il traffico IP globale triplicherà a un tasso CAGR (Compound Annual Growth Rate) del 22% ovvero di 2.3 zettabytes per anno. Il traffico internet nelle ore di punta cresce in maniera esponenziale e più veloce del traffico internet medio, gli analisti di Cisco stimano che entro il 2020 raggiungerà 2,6 Pbps aumentando di cinque volte rispetto ad oggi. La digital transformation in atto (device personali e connessioni machine to machine) sta cambiando velocemente gli scenari del traffico internet. Entro i prossimi cinque anni le reti IP globali supporteranno fino a dieci miliardi di nuovi dispositivi e nuove connessioni, passando dai 16,3 miliardi del 2015 a 26,3 miliardi, sempre gli analisti di Cisco stimano che entro il 2020 verrà raggiunta la quota di 3,4 miliardi di dispositivi e connessioni pro capite. Le continue innovazioni nel settore dell’IoT favoriscono la crescita del traffico IP che raggiungerà i 194,4 exabyte al mese entro il 2020 contro gli attuali 72,5 exabyte. Sempre entro il 2020 il run rate annuale raggiungerà un volume pari a 2,3 zettabyte rispetto agli attuali 870. Tanto per capire, 2,3 zettabyte equivalgono a circa 33 ore di streaming video in Ultra HD per ogni singola persona al mondo. In crescita saranno anche le connessioni machine to machine, in particolare cresceranno tre volte tanto rispetto a quelle attuali, passando dagli attuali 4,9 miliardi a 12,2 miliardi, sempre entro il 2020 e rappresenterà il 46% dei dispositivi connessi. Il settore che registrerà una crescita maggiore sarà quello consumer dei dispositivi medici connessi che raggiungerà la quota di 729 milioni di connessioni entro il 2020. Anche i dispositivi home registreranno un incremento delle connessioni raggiungendo i 5,8 miliardi, circa la metà del totale globale di tutte le connessioni M2M.
La crescita del traffico IP varierà di paese in paese: in Nord America avrà un tasso CAGR pari al 19%, due volte quello attuale, in Europa Occidentale sarà del 20%, mentre in Europa Centrale la crescita è stimata di tre volte superiore a quella attuale con 17 exabyte al mese entro il 2020 e un tasso CAGR pari al 27%. Importanti saranno i volumi di crescita del medio Oriente e dell’Africa che raggiungeranno un tasso CAGR ben sei volte superiore a quello attuale attestandosi intorno al 41%, circa 10,9 exabyte al mese. Nel 2020 in Italia gli utenti connessi alla rete saranno 42 milioni con una penetrazione sul mercato del 71% del totale della popolazione contro gli attuali 38 milioni e un tasso del 64% della popolazione registrato nel 2015. Saranno circa 482,3 milioni i nuovi dispositivi connessi, una quota di 8,1 device pro capite. Il traffico IP globale arriverà a 2,6 exabyte al mese con una crescita, rispetto al 2015, di ben tre volte superiore. Entro il 2020, ogni giorno, le reti IP italiane trasporteranno 87 petabyte di dati che equivalgono a circa 8 miliardi di DVD l’anno. Rispetto ai 13 gigabyte pro capite del 2015 il traffico Internet nel 2020 raggiungerà i 42 gigabyte e equivarrà a ben 95 volte il volume di tutto il traffico Internet generato nel 2005. Entro il 2020 il mobile sarà in grado di generare il 30% del traffico IP totale, mentre il contributo del traffico IP totale del PC scenderà al di sotto del 29%. In Italia questo sorpasso avverrà con il 32% di traffico da smartphone e 28% da PC. Attualmente in Italia gli smartphone rappresentano il 14% del traffico IP, tra 5 anni raggiungerà la quota del 32% mentre quello generato dai Pc scenderà dall’attuale 55% ad un semplice 28%.
Anche gli analisti di Cisco concordano con il fatto che, entro i prossimi cinque anni, il video sarà il contenuto del futuro e per questo motivo stimano una crescita di quattro volte tra il 2015 e il 2020. In Italia il traffico video quadruplicherà con un tasso di crescita annuale pari al 34%. Il video su Internet rappresenterà entro il 2020 il 79% del traffico Internet globale, rispetto al 63% nel 2015, stesso discorso per l’Italia, dove il traffico video rappresenterà il 79% del traffico Internet complessivo, in aumento rispetto al 60% registrato nel 2015.

 

Scrivi una replica

News

Beirut: “Saltato il contratto per il gas con Mosca”

“Eravamo praticamente sul punto di firmare il nostro primo contratto per lo sviluppo di giacimenti di gas grazie alla partecipazione di compagnie russe: ora stiamo…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa: “In Europa c’è un alto rischio di attacchi dell’Isis”

“Gli incidenti in Francia, Russia, Svezia, Gran Bretagna, Spagna e Finlandia dimostrano che l’Isis e i suoi affiliati hanno la capacità di pianificare e compiere…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May: “Sono fiduciosa che si possa passare alla seconda fase”

“Sono fiduciosa che il mese prossimo i leader Ue possano dare il via libera alla seconda fase dei negoziati sulla Brexit”. Lo ha detto Theresa…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Davis: “Offerto compromesso all’Ue”

“La Gran Bretagna ha offerto alcuni compromessi creativi in sede di negoziato sulla Brexit ma non sempre ha trovato disponibilità da parte dell’Ue”. Lo ha…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia