Fiducia di consumatori e imprese di nuovo in calo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fiducia di consumatori e imprese di nuovo in calo

inflazione_prezzi_consumiA giugno 2016 la fiducia di imprese e consumatori ha registrato nuovamente una battuta d’arresto. Dopo l’aumento di maggio, infatti, la fiducia delle imprese è scesa a 101,2 punti, mentre quella dei consumatori si è confermata in calo, portandosi a 110,2 punti.
Le serie storiche che accompagnano il resoconto dell’Istat mostrano anche in questo caso, come per molti altri indicatori economici italiani, un andamento altalenante: nell’arco dei sei mesi del 2016, infatti, in ben quattro occasioni il dato relativo al clima di fiducia dei consumatori si è mostrato in calo (febbraio a 114,3 punti dai 118,5 di gennaio, ad aprile 114 dai 114,8 di marzo, a maggio 112,5 e a giugno 110,2 punti).
Un andamento migliore è stato invece registrato, in questo primo semestre, per il clima di fiducia delle imprese. Tra gennaio e giugno le contrazioni sono state, infatti, tre: a gennaio su dicembre (da 105,3 a 101,5), a marzo su febbraio (da 103 a 100,4) e a giugno su maggio (da 103 a 101,2).
Osservando più da vicino si può notare come il calo della fiducia dei consumatori sia stato dettato da tutte le componenti della domanda: il clima economico è passato da 135,7 punti a 131,8; quello personale da 105,4 a 103, quello corrente da 109,8 a 108,2 mentre quello futuro da 117,6 a 112,9. Appaiono in continuo miglioramento le attese sulla disoccupazione, cresciute dai 2 punti di gennaio a i 32 dell’ultimo mese preso in considerazione
Diverso l’andamento delle varie voci che compongono il clima di fiducia delle imprese. Agli aumenti che hanno interessato le imprese attive nel settore manifatturiero, da 102,1 a 102,8, e in quello delle costruzioni, da 120,4 a 121,6, si sono contrapposti i cali riportati dalle imprese sei servizi di mercato, da 107,3 a 105, e del commercio al dettaglio, da 101 a 99,7.

 

Scrivi una replica

News

La vendemmia del 2017 sarà fra le più scarse del dopo guerra, in calo del 25%

La vendemmia del 2017 sarà fra le più scarse del dopoguerra, con un calo del 25% rispetto al 2015. Mentre l’export vinicolo aumenta del 6,3%.…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Quantitative easing, Draghi: “Ampie ricerche dimostrano il suo successo”

“Ampie ricerche empiriche hanno affermato il successo di queste politiche nel supportare l’economia e l’inflazione, sia nell’Eurozona, sia negli Usa”. Lo ha detto il presidente…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, indice Pmi manifattura in crescita a 59,4 punti

Sale a 59,4 punti dai 58,1 di luglio l’indice Pmi manifatturiero della Germania nel mese di agosto. Il dato è superiore alle attese che prevedevano…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, indice Pmi manifattura in aumento a 57,4 punti

Cresce l’indice Pmi manifatturiero dell’Eurozona, che ha registrato un aumento a 57,4 punti nel mese di agosto, contro i 56,3 punti precedentemente stimati.…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia