comScore: con il mobile cresce l’audience degli editori italiani | T-Mag | il magazine di Tecnè

comScore: con il mobile cresce l’audience degli editori italiani

Sono 25 milioni gli italiani che fruiscono di contenuti editoriali online da smartphone e tablet, +18% rispetto allo scorso anno. Questi, in sintesi, i dati che emergono dalla ricerca di comScore sull’andamento delle audience di alcuni grandi editori nel nostro paese. Crescita a doppie cifre per tutte le principali testate italiane: non solo quotidiani, ma anche piattaforme web dei principali broadcaster Rai e Mediaset che registrano un aumento dell’audience, rispettivamente del +39% e +48% nell’ultimo anno.
Nel mese di aprile 2016, la percentuale di chi accede ai contenuti degli editori presi in considerazione solo attraverso un dispositivo mobile è generalmente più alta di quella di chi vi accede sia con un device mobile che attraverso il desktop e di quella di chi accede soltanto mediante il desktop. Su base annua le audience mobile only aumentano in un range compreso tra il 36% e il 126%, mentre quelle esclusivamente desktop si riducono in un range dal -5% al -27%.

 

Scrivi una replica

News

L’UE boccia la manovra dell’Italia, verso procedura per debito eccessivo [foto]

L’Unione europea boccia la manovra dell’Italia. «La nostra analisi di oggi – Scrive la Commissione UE nel suo rapporto sul debito italiano – suggerisce che…

21 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Il governo è convinto della validità dell’impianto della manovra»

«Il governo è convinto della validità dell’impianto della manovra». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, commentando la bocciatura del Documento programmatico di…

21 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Yemen, negli ultimi tre anni 85mila bambini morti di fame

Secondo Save the Children, negli ultimi tre anni in Yemen sono morti di fame 85mila bambini. Le importazioni di generi alimentari hanno registrato una drastica…

21 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ocse: «La ripresa dell’Italia perde slancio, il debito non calerà»

«In Italia la crescita del Pil dovrebbe essere dello 0,9% nel 2019 e restare invariata nel 2020. Considerata la bassa crescita, il rialzo dei costi…

21 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia