In Italia Pil pro-capite sotto le media Ue | T-Mag | il magazine di Tecnè

In Italia Pil pro-capite sotto le media Ue

consumi_crisi_economicaUn’analisi del Centro studi ImpresaLavoro realizzata per Confimprenditori evidenzia l’impatto della crisi economica sul Prodotto interno lordo (PIL) pro-capite italiano. Lo studio osserva che prima della crisi economica il PIL pro-capite italiano era leggermente inferiore a quello dell’area euro e superiore a quello medio dell’UE. Tuttavia, complici le difficoltà dovute alla crisi, dal 2007 ad oggi il PIL pro-capite italiano è diminuito dell’11,1%, passando dai 28.700 euro del periodo pre-crisi agli attuali 25.500 euro.
Un calo che trova pochi eguali nel resto dell’Unione europea: diminuzioni più significative sono state registrate soltanto a Cipro e in Grecia, mentre in Spagna – Paese che negli anni della crisi ha vissuto momenti particolarmente difficili – il PIL pro-capite è diminuito del 5,7%, fino a scendere agli attuali 23.100 euro. In altre economie, invece, è addirittura aumentato: il PIL pro-capite tedesco, attualmente pari a 34.100 euro, e quello britannico (30.900 euro) sono cresciuti rispettivamente del 6,2 e dell’1,3%.
L’analisi osserva che il miglioramento dell’economia registrato nell’ultimo anno – secondo l’ISTAT, nel 2015 il PIL del nostro Paese è cresciuto dello 0,8% su base annua – ha contribuito soltanto marginalmente al recupero della ricchezza persa dal 2007 ad oggi: lo scorso anno, il PIL pro capite è cresciuto dello 0,79%, pari in valore assoluto a 200 euro. Non abbastanza per recuperare quanto perso dal 2007 ad oggi (3.200 euro).
Qualche mese fa, nel rapporto Noi Italia, l’ISTAT certificava differenze sostanziali tra il PIL pro-capite rilevato nelle diverse aree del nostro Paese: secondo i dati relativi al 2014 – l’ISTAT non ha ancora diffuso le statistiche del 2015 –, la differenza più consistente si registra tra il PIL pro-capite del Mezzogiorno e quello del Nord-Ovest (16.761 contro 30.821 euro).

 

Scrivi una replica

News

Commercio, a giugno export dei prodotti industriali in crescita

«A giugno 2018 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+4,6%) e un più contenuto aumento per le importazioni (+0,3%). Il sostenuto incremento congiunturale…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, nel secondo trimestre Pil in crescita dello 0,4% su base mensile

Nel secondo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo del Regno Unito è cresciuto dello 0,4% su base mensile. Lo rende noto l’Office for Nationals Statistics,…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giappone, Pil in crescita dello 0,5% nel secondo trimestre

Il Pil del Giappone nel secondo trimestre del 2018 ha registrato una crescita dello 0,5% su base trimestrale e dell’1,9% su base annuale. I dati…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Usa raddoppia dazi su metalli della Turchia, passando dal 10 al 20%»

«Ho appena autorizzato un raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta, la lira turca, è in rapido calo nei…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia