Compravendite immobiliari in crescita | T-Mag | il magazine di Tecnè

Compravendite immobiliari in crescita

immobiliareNel primo trimestre del 2016 l’Istat ha registrato un nuovo aumento delle compravendite immobiliari, sia per il comparto abitativo che per quello economico. In generale si tratta, quindi, del quarto trimestre consecutivo in crescita per il settore.
I dati dell’Istituto nazionale di statistica mostrano come le convenzioni notarili per trasferimenti immobiliari a titolo oneroso siano aumentate del 17,9% rispetto al primo trimestre del 2015 arrivando a toccare le 159.932 unità.
Il comparto dell’abitativo e accessori ha registrato 150.015 trasferimenti di proprietà, per un aumento del 18,6% sul medesimo periodo dello scorso anno, mentre i trasferimenti delle unità immobiliari ad uso economico sono stati 9.041, in aumento dell’8%.
Dalle dinamiche territoriali emerge un aumento per tutte le aree del Paese, più marcato nel Nord-Ovest, con un +20,7% e più limitato al Centro, con un +15,8%. Nelle Isole i trasferimenti immobiliari sono aumenti del 16,5% mentre al Sud del 16,3%. Nelle metropolitane l’aumento è stato più consistente che nei piccoli centri: +19,1% contro +16,9%.
Nel primo trimestre, segnalano ancora da via Cesare Balbo, si è verificato anche un nuovo aumento dei mutui e dei finanziamenti. L’Istituto ha, infatti, rilevato una crescita del 29,2% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, a 88.036 convenzioni erogate.
L’aumento maggiore è stato registrato nelle Isole, con un +41,7%, a cui segue il +31,9% del Nord-Ovest, il +30,7% del Sud e il +28,3% del Centro. +33,5% nelle città metropolitane e +26% nei piccoli centri.

 

Scrivi una replica

News

Rifiuti, firmato protocollo d’intesa per un’azione urgente nella Terra dei fuochi

Firmato durante una riunione di governo a Caserta il protocollo d’intesa per un’azione urgente nella Terra dei fuochi, una vasta area tra le province di…

19 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Patuelli: «Uscire dall’euro sarebbe assolutamente una pazzia»

«Uscire dall’euro? Sarebbe assolutamente una pazzia, una devastazione economica. Non se ne parla più e ora si ragioni prospetticamente per usufruire dei vantaggi della moneta…

19 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Abi: «Uno spread Btp-Bund a 300 punti avrà un impatto negativo sui prestiti»

Uno spread Btp Bund a «300 punti non è coerente con i fondamentali dell’economia». Lo hanno detto i vertici dell’ABI, l’Associazione bancaria italiana, intervenendo nel…

19 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Barnier: «Siamo ad un momento decisivo»

«Siamo ad un momento decisivo» per la Brexit. Lo ha detto il capo negoziatore della Commissione responsabile per la Brexit, Michel Barnier, intervenendo nel corso…

19 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia