Rallenta l’attività manifatturiera dell’Eurozona | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rallenta l’attività manifatturiera dell’Eurozona

impresaMentre l’attività economica cinese mostra due velocità, con il settore manifatturiero che si conferma debole e quello dei servizi che si attesta in territorio positivo, l’Eurozona presenta questo mese un indice Pmi manifatturiero in discesa rispetto a giugno (a 52 punti), segnando così un rallentamento dell’attività.
Un po’ preoccupa il valore italiano il cui indice manifatturiero, secondo gli analisti di Markit, si attesta oltre i 50 punti che separano una fase espansiva da una in contrazione, a 51,2 da 53,5 punti di giugno. Potrebbe dipendere in parte dalla Brexit, che ha provocato un minore slancio in termini di ordini e produzione.
Non sono numeri da sottovalutare. L’indice Pmi, infatti, è un indicatore che rileva l’andamento dell’economia, osservando i risultati e le prospettive (su produzione, ordinativi, occupazione) di settori chiave dal lato delle aziende direttamente coinvolte. Quello che emerge, insomma, è il rallentamento dell’ultimo mese, pur restando il trend in territorio positivo.
Analogamente rallenta l’attività manifatturiera in Germania, che a luglio registra un calo a 53,8 dai 54,5 punti di giugno. Così in Francia dove l’indice Pmi resta in territorio negativo, cioè sotto i 50 punti base, a quota 48,6 in lieve miglioramento sul dato di giugno (48,3).
La Spagna, tra i paesi dell’Eurozona che recentemente aveva mostrato i più ampi margini di crescita, segna stavolta un rallentamento anch’essa. Si tratta del ritmo più lento in due anni e mezzo: l’indice Pmi si è dunque attestato a 51 punti nel mese di luglio dai 52,2 di giugno. Gli ordini, per la prima volta dal 2013, hanno evidenziato una contrazione.
L’andamento del commercio mondiale, poi, sembra condizionare anche i mercati extra-Ue. Ad esempio in Giappone, a causa del rallentamento di ordinativi ed esportazioni, l’indice Pmi si ferma a 49,3 punti, in lieve aumento dai 48,1 di giugno, ma in territorio negativo.

 

Scrivi una replica

News

Multa da 7 milioni di euro inflitta a Sky dall’Antitrust

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha multato l’emittente televisiva SKY per 7 milioni di euro, in seguito all’accertamento di due violazioni del Codice…

18 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Albania, si sono dimessi tutti i parlamentari del principale partito di opposizione

Il gruppo parlamentare del Partito democratico, principale formazione dell’opposizione albanese di centro destra guidata da Lulzim Basha, non farà più parte dell’Assemblea nazionale, il Parlamento…

18 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brasile, crollo diga: salgono a 169 le vittime

Peggiora il bilancio di vittime del crollo della diga di rifiuti minerali a Brumadinho, nel Minas Gerais, lo scorso 25 gennaio. Secondo l’ultimo aggiornamento dei…

18 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, scissione anti-Corbyn nel Labour

Sette deputati laburisti, favorevoli al referendum bis, hanno lasciato il partito. Ufficialmente la decisione è stata presa perché hanno accusato il leader Jeremy Corbyn di…

18 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia