L’andamento dell’export italiano | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’andamento dell’export italiano

export2Sebbene le esportazioni, negli anni della crisi economica, abbiano fornito un contributo notevole all’Italia consentendole di rimanere a galla in un momento in cui la domanda interna risultava piuttosto debole, oggi, a causa degli scenari internazionali, qualcosa è cambiato.
Una serie di fattori hanno influito notevolmente sull’andamento dell’export italiano: dal rallentamento dei Paesi emergenti all’embargo russo (la risposta di Mosca alle sanzioni imposte da Ue e Stati Uniti in seguito ai disordini in Ucraina), fino ad arrivare al risultato del referendum sulla Brexit nel Regno Unito, che ne ha sancito l’uscita dall’Unione europea, e alle tensioni geopolitiche in molte aree del pianeta.
Solo in seguito all’embargo russo, stima la Coldiretti, il valore delle esportazioni agroalimentari italiane verso Mosca è diminuito di circa 7,5 miliardi di euro in due anni. Senza contare il danno d’immagine dettato dall’ampia presenza del falso Made in Italy.
Altro fattore di rischio è l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. In una recente analisi il Sace (società assicurativo finanziaria del gruppo Cassa depositi e prestiti), pur scongiurando ripercussioni sul settore agroalimentare, stima performance negative per la meccanica strumentale (+4-6% nel 2016 e -10-18% nel 2017 contro il +6,3% del 2015), per i mezzi di trasporto (dal +18 del 2015 al +6-8% del 2016 e al -10-16% del 2017) e per il settore del tessile e dell’abbigliamento riporterà (in crescita del 6-9% quest’anno ma il calo dell’1-3% nel 2017, contro il +9,2% del 2015).
Tuttavia, nonostante questi fattori, il Sace stima buone performance per l’export i prossimi anni. Nel 2016 l’export dovrebbe infatti crescere del 3,2% per poi accelerare nel 2017, +3,8%; nel 2018, +3,9%; e nel 2019, +4,1%.

 

Scrivi una replica

News

Dl Dignità, Di Maio: «La fiducia? Spero di no»

«Spero di no, però mi aspetto, e questo lo auspico, perché il Parlamento è sovrano, che ci sia un atteggiamento costruttivo sulle modifiche. Se poi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Alessandro Rivera sarà il prossimo direttore generale del Mef

Alessandro Rivera sarà il nuovo direttore generale del ministero del ministero dell’Economia. Lo riferisce l’agenzia Reuters, citando «tre fonti vicine alla situazione». Ha 47 anni…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps, Di Maio: «Boeri? Non ho il potere di rimuoverlo»

Il presidente dell’INPS «Boeri? Io non ho il potere di rimuovere questa persona: o scade oppure resta lì». Lo ha detto il vice premier Luigi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cdp, Fabrizio Palermo nuovo amministratore delegato

Fabrizio Palermo è il nuovo amministratore delegato di CDP, la Cassa depositi e Prestiti. Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters, citando «tre fonti vicine alla…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia