Giù le assunzioni a tempo indeterminato primo semestre 2016 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Giù le assunzioni a tempo indeterminato primo semestre 2016

disoccupazione_giovanile_lavoroL’ultimo Osservatorio sul precariato dell’INPS certifica che nel primo trimestre del 2016 si è verificato un calo delle assunzioni effettuate dal settore privato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tra gennaio e giugno 2016 i datori di lavoro privati hanno effettuato 2.572.000 assunzioni, circa 302mila unità in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-10,5%). L’INPS osserva che il calo ha coinvolto “esclusivamente” i contratti a tempo indeterminato – nei primi sei mesi del 2016 ne sono stati sottoscritti 326mila unità in meno rispetto al 2015 (-33,4%) –, che lo scorso anno avevano beneficiato dell’abbattimento integrale dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per un triennio.
Le assunzioni a tempo determinato, registrate nel primo semestre del 2016 (1.808.000), sono invece cresciute rispetto sia allo scorso anno (+0,6%) che al 2014 (+2,7%). Nonostante il calo dei contratti a tempo indeterminato, l’INPS sottolinea che il saldo complessivo tra assunzioni e cessazioni rimane comunque positivo (+516mila).
Un contributo importante all’incremento occupazionale registrato lo scorso anno – nel 2015 ci sono stati 186mila occupati in più – può essere arrivato dai giovani imprenditori italiani. Nel suo ultimo rapporto annuale, l’ISTAT osservava che nel 2015 la performance occupazionale delle micro-imprese – ovvero quelle che impiegano meno di 10 addetti e fatturano meno di due milioni di euro l’anno – guidate da imprenditori giovani è stata migliore di quella delle unità gestite da imprenditori anziani. I giovani imprenditori hanno creato il 30% di posizioni lavorative in più rispetto ai colleghi più grandi d’età.

 

Scrivi una replica

News

Congo, Unicef: «13 milioni di persone necessitano di aiuti»

La direttrice dell’Unicef, Henrietta Fore, ha reso noto che in Congo il numero di persone che necessitano di aiuti umanitari è aumentato drammaticamente rispetto all’ultimo…

26 Mar 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, Pentagono da l’ok per lo stanziamento di 1 miliardo di dollari per il muro

Il Pentagono ha reso noto al Congresso la decisione di autorizzare lo stanziamento di un miliardo di dollari per iniziare un nuovo muro lungo il…

26 Mar 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 59,35 dollari al barile e Brent a 67,53 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 59,35 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 67,53 dollari.…

26 Mar 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 253 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 253 punti.…

26 Mar 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia