Così la ricerca del primo impiego | T-Mag | il magazine di Tecnè

Così la ricerca del primo impiego

Il 60,3% crede di possedere le giuste competenze per trovare un proprio spazio nel mondo del lavoro, ma gli imprenditori non sempre sono dello stesso avviso

giovani_lavoro_campagna_elettoraleUn’indagine condotta in 13 Paesi dal Gruppo Adecco – Young People and work: dreams and readiness – certifica che il 67,62% dei giovani italiani si dice ottimista riguardo alla propria capacità di trovare un impiego entro un anno dal termine degli studi. Il 60,3% crede infatti di possedere le giuste competenze per trovare un proprio spazio nel mondo del lavoro. Gli imprenditori non sono dello stesso avviso, però: stando ai risultati contenuti in una ricerca di McKinsey – Studio ergo Lavoro. Come facilitare la transizione scuola-lavoro per ridurre in modo strutturale la disoccupazione giovanile in Italia –, soltanto il 42% delle imprese giudica adeguate la preparazione dei giovani italiani che sono alla ricerca di un primo impiego e che una volta trovato gli garantisce un salario che oscilla da circa 800 euro a poco più di 1.000 euro.
Secondo uno studio condotto da DataGiovani, elaborato su un campione di circa 355mila unità sul primo semestre del 2012, lo stipendio dei giovani italiani under 30 al primo impiego si attesta in media a 848 euro.
Naturalmente il “peso” della retribuzione dipende da diversi fattori – DataGiovani ne elenca alcuni: il titolo di studio, il settore in cui si è impiegati e le qualifiche professionali o le mansioni occupate – e può oscillare da circa 800 euro a poco più di 1.000 euro mensili percepiti dagli “high skilled worker” come dirigenti, imprenditori e professioni altamente qualificate.
Anche la ripartizione geografica incide sul salario: in media si passa dagli 888 euro mensili percepiti ai giovani assunti nel Nord del Paese fino agli 801 del Sud, passando per gli 845 euro del Centro Italia.

 

Scrivi una replica

News

Trattativa Stato-mafia: condannati gli ex vertici del Ros, assolto Nicola Mancino

Gli ex vertici del Ros, Mario Mori, Antonio Subranni e Giuseppe De Donno, l’ex senatore Marcello Dell’Utri, Massimo Ciancimino e i boss mafiosi Bagarella e…

20 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Casellati: «Il capo dello Stato ha deciso di prendersi due giorni di riflessione»

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha deciso di prendersi due giorni di riflessione. Lo ha riferito la presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, dopo…

20 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Berlusconi: «Nessun accordo è possibile con i 5 Stelle»

«Nessun accordo è possibile con i 5 Stelle, un partito che non conosce l’ABC della democrazia, che prova invidia sociale, formato solo da disoccupati, e…

20 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Casellati: «Da consultazioni spunti di riflessione politica»

«Da consultazioni spunti di riflessione politica». Lo ha detto la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, intervenendo dal Quirinale. «Mattarella saprà individuare il percorso…

20 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia