Esselunga, Caprotti lascia il controllo della società alla moglie Giuliana e alla figlia Marina | T-Mag | il magazine di Tecnè

Esselunga, Caprotti lascia il controllo della società alla moglie Giuliana e alla figlia Marina

Bernardo Caprotti – l’imprenditore morto il 30 settembre, a quasi 91 anni di età – lascia Esselunga, una delle più importanti catene di supermercati d’Italia, alla moglie Giuliana e alla figlia Marina.
“Il 70% circa delle azioni rappresentanti il capitale sociale di Supermarkets Italiani S.p.A”, la holding di controllo di Esselunga, “ha formato oggetto di donazione in vita a favore del coniuge Giuliana Albera Caprotti e della figlia Marina Caprotti, in via tra loro congiunta”. Lo reso noto Stefano Tronconi, esecutore testamentario di Bernardo Caprotti, attraverso la diffusione di un comunicato stampa. Ai figli di primo letto, Violetta e Giuseppe, è andato il restante 30% delle quote, nella misura del 15% a testa.

 

Scrivi una replica

News

Ratko Mladic condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità

Ratko Mladic – ex comandante dell’esercito serbo bosniaco – è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. È stato riconosciuto colpevole di genocidio e…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Zimbabwe, Mnangagwa giurerà venerdì da nuovo presidente

Il nuovo presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa, giurerà nel corso della cerimonia che si terrà nella giornata di venerdì 24 novembre.…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usura, Confesercenti-Sos Impresa: “Vittime 200.000 imprenditori”

“Durante la recessione, il mercato del credito illegale ‘a strozzo’ ha raggiunto un giro d’affari di circa 24 miliardi e coinvolge circa 200 mila imprenditori…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 57,91 dollari al barile e Brent a 63,23 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 57,91 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 63,23 dollari…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia