Referendum: il “No” conferma il vantaggio | T-Mag | il magazine di Tecnè

Referendum: il “No” conferma il vantaggio

Le intenzioni di voto nel sondaggio di Tecnè per Porta a Porta del 24 ottobre 2016
di Redazione

Il “No” conferma il vantaggio sul “Sì” a distanza di una settimana dalla precedente rilevazione, attestandosi ora al 52,5% (+0,5%). I “Sì” scendono di mezzo punto, al 47,5%. L’affluenza si attesterebbe al 49%, stabile, mentre gli indecisi (su cosa votare o se recarsi alle urne) rappresentano oggi il 17% del campione, in diminuzione dal 18% del 17 ottobre. Così l’ultimo sondaggio Tecnè per Porta a Porta del 24 ottobre 2016, incentrato sull’importante appuntamento elettorale in programma il 4 dicembre. Per quanto riguarda le fasce di età, i “Sì” prevalgono tra gli over 54 (52%; 48% i “No”). Tra i più giovani – 18-34 anni – il “No” si colloca al 56% (scende al 53% tra i 35-54enni), mentre il “Sì” si ferma al 44% (47% tra i 35-54enni).

diapositiva_01

diapositiva_02

LA CONOSCENZA DEI TEMI REFERENDARI
Interrogati sulla conoscenza dei temi referendari, gli italiani hanno risposto in questo modo: il 17% – in crescita di quattro punti rispetto all’ultima rilevazione – afferma di conoscere bene l’argomento per cui sono chiamati al voto; il 46% ammette di conoscere qualcosa, ma in maniera superficiale; il 37% dichiara di non conoscere le questioni oggetto del referendum, ma la quota è in calo del 3% sulla settimana precedente.

diapositiva_03

COMPORTAMENTO DI VOTO ALL’INTERNO DI OGNI PARTITO
Gli elettori del Pd risultano in larga parte orientati a votare “Sì” (63%, “No” il 14% di essi; indecisi/non voto il 23%). Gli elettori del M5S, nel 50% dei casi, voteranno per il “No”, il 20% per il “Sì” (30% indecisi/non voto). Tra quelli della Lega il 55% afferma “No”,il 12% “Sì” (33% indecisi/non voto). Gli elettori di Fratelli d’Italia dichiarano “No” nel 36% dei casi, “Sì” nel 23% (41% indecisi/non voto). Tra quelli di Forza Italia il 20% è per il “Sì”, il 34% per il “No” (46% indecisi/non voto). Tra quelli di Sinistra Italiana il 57% è contrario alla riforma costituzionale, l’1% favorevole (42% indecisi/non voto). Tra quelli di Area Popolare il 34% voterò “Sì”, il 10% “No” (56% indecisi/non voto). Quelli, tra gli elettori, non schierati politicamente, sono per il “No” nel 6% dei casi, per il “Sì” nel 3%. In questo segmento la percentuale di indecisi/non voto si attesta al 91%.

diapsoitiva_04

I GIUDIZI SULLA LEGGE DI STABILITÀ E IL GRADIMENTO
Agli intervistati è stato poi chiesto di esprimere un giudizio sulla legge di stabilità. In questo caso i pareri risultano positivi nel 36% dei casi; né positivi né negativi nel 21% dei casi; negativi nel 27%. Dichiara di non conoscere o non sapere il 16% del campione.
Tra i provvedimenti previsti dalla legge di stabilità, la possibilità di pagare il debito con Equitalia senza sanzioni trova il 69% dei giudizi positivi; la quattordicesima ai pensionati sotto i mille euro è una misura che trova il 73% dei consensi; l’abolizione di Equitalia piace al 65%; la pensione anticipata di tre anni a chi ha 20 anni di contributi è gradita al 63% degli intervistati; il calo dell’Ires per le aziende dal 27,5% al 24% è invece misura gradita al 43%. Non convince la possibilità di far rientrare i capitali dall’estero pagando una sanzione (voluntary disclosure), che trova appena il 9% dei giudizi positivi.

diapositiva_05

diapositiva_06

NOTA METODOLOGICA

Titolo dell’indagine: Verso il referendum costituzionale
Tipo di campione: rappresentativo della popolazione di 18 anni e oltre residente in Italia
Articolazione del campione: sesso, età e area geografica
Estensione territoriale: intero territorio nazionale
Numerosità del campione: 1.000 casi
Margine di errore: +/- 3,1%
Metodo di rilevazione: CATI – CAMI – CAWI
Data di effettuazione delle interviste: 21-22 ottobre 2016
Committente: Porta a Porta
Soggetto realizzatore: Tecnè S.r.l.

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia vede al rialzo le stime di crescita dell’Italia

La Banca d’Italia ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell’economia italiana. Nel bollettino economico, Bankitalia ha scritto che il Prodotto interno lordo crescerà…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, nel 2017 il 47% delle imprese ha utilizzato almeno un social media

Nel 2017, il 47% delle imprese dell’Unione europea ha usato almeno un social media – blog, siti di condivisione dei contenuti, social network… -, con…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Senato, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, è stata nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ai sensi dell’articolo 59, secondo comma, della Costituzione.…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Cooperazione indispensabile per la lotta al terrorismo”

“Non dobbiamo mai dimenticare quanto sia indispensabile la componente della cooperazione allo sviluppo grazie al quale le relazioni con questi paesi possono aiutarci a costruire…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia