L’emorragia | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’emorragia

Nel racconto della crisi dell’editoria in Italia spesso il declino dei grandi giornali viene narrato come un evento quasi inevitabile dovuto principalmente a due fattori: la difficile transizione nell’era digitale, con Internet che arriva d’improvviso a sparigliare le carte invadendo di contenuti gratuiti il mercato dell’informazione; e, secondo fattore determinante, la crisi economica e finanziaria globale del 2008. Come dire: cosa potevano fare in questi ultime tre lustri le navi ammiraglie dell’editoria nostrana se non imbarcare sempre più acqua? Ma è proprio così? Basta il combinato di questi due fattori a spiegare (quasi) tutto?

Continua a leggere su pagina99

 

Scrivi una replica

News

Pensioni, il diritto al pensionamento resterà a 67 anni fino al 2023

La speranza di vita non cresce e i requisiti per l’accesso alla pensione di vecchiaia non aumentano e restano fissati per il 2021 a 67…

15 Nov 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Maltempo, Franceschini: «Serve un impegno enorme dello Stato per Venezia»

«Serve un impegno enorme dello Stato e di tutta la comunità italiana a sostegno di Venezia». Lo ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini,…

15 Nov 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Renzi: «Durerà fino al 2023? Lo spero»

«La scadenza della legislatura è il 2023 e spero che sia la stessa scadenza anche per il governo». Lo ha detto il leader di Italia…

15 Nov 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Venezuela, appello di Guaidó contro Maduro

Juan Guaidó, leader dell’opposizione venezuelana, ha chiamato all’appello tutti i venezuelani, invitandoli a partecipare alle proteste contro il governo Maduro, in programma domani. Guaidó punta…

15 Nov 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia