Istat: “Censiti 13.459 asili nido nell’anno scolastico 2013-2014” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: “Censiti 13.459 asili nido nell’anno scolastico 2013-2014”

“Nell’anno scolastico 2013/14 sono state censite sul territorio nazionale 13.459 unità che offrono servizi socio-educativi per la prima infanzia, il 35% è pubblico e il 65% privato. I posti disponibili, in tutto 360.314, coprono il 22,4% del potenziale bacino di utenza, ossia i bambini sotto i tre anni residenti in Italia”. Lo ha reso noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale di statistica, attraverso la diffusione di un comunicato stampa.
“Per i servizi socio-educativi rivolti alla prima infanzia – prosegue la nota – i Comuni hanno impegnato nel 2013 circa 1 miliardo 559 milioni di euro: il 3% in meno rispetto all’anno precedente.
Pressoché invariata, fra il 2012 e il 2013, la cifra incassata dai Comuni per la compartecipazione alla spesa da parte delle famiglie che è pari a circa 310 milioni di euro. Nell’arco del decennio 2003-2013, la quota a carico delle famiglie aumenta dal 17,5% al 20% della spesa comunale complessiva per gli asili nido.
Le differenze territoriali nella quota di bambini presi in carico dai servizi pubblici o finanziati dal settore pubblico sono ancora forti. Al Centro-nord i posti censiti nelle strutture pubbliche e private coprono il 28,2% dei bambini sotto i 3 anni, mentre nel Mezzogiorno si hanno 11,5 posti per cento bambini residenti. Oltre il 17% dei bambini del Centro-nord è accolto in servizi comunali o finanziati dai Comuni. Nel Mezzogiorno è meno del 5%.
Notevoli anche le differenze nella spesa comunale in rapporto al potenziale bacino di utenza. Confrontando i Comuni capoluogo di Provincia, la spesa più alta si ha a Trento, con 3.560 euro per bambino residente, seguono Bologna con oltre 3.400 e Roma con quasi 2.950 euro pro-capite; sul versante opposto – conclude l’ISTAT – si trovano i Comuni di Reggio Calabria (31 euro per bambino), Vibo Valentia (57 euro), Catanzaro (67 euro)”.

 

Scrivi una replica

News

Manovra, Kurz: «I debiti eccessivi sono un problema anche per l’Ue»

«I debiti eccessivi» sono «pericolosi», non solo «per i Paesi che li hanno accumulati», ma «anche per l’Europa». Lo ha detto il cancelliere austriaco, Sebastian…

18 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Serve un alto senso di responsabilità da parte della politica»

«È indispensabile uno sforzo condiviso per dimostrare la capacità del nostro Paese di affrontare le sfide». Così il capo dello Stato, Sergio Mattarella, in un…

18 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Merkel impressionata dalle nostre riforme strutturali»

«Con la Merkel è stato un incontro molto cordiale, ho anticipato alcuni punti della manovra. Come logica noi puntiamo sulla crescita, puntiamo sugli investimenti, mi…

18 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Nessuna frattura Lega-M5s sul decreto fiscale»

«Tra 5 Stelle e Lega non c’è nessuna frattura sul decreto fiscale. Venerdì sarò a Roma, lo controllerò articolo per articolo e andrà al presidente».…

18 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia