Trump e i giornali | T-Mag | il magazine di Tecnè

Trump e i giornali

Parlare d’America e di quello che sta avvenendo dall’altra parte dell’Oceano in queste ore è molto difficile. C’è il rischio di cadere nel tranello del luogo comune, che come abbiamo detto tutti è stato alla base degli errori di valutazione per cui non siamo riusciti – noi quaggiù e soprattutto gli osservatori statunitensi – a comprendere il mood, a carpire le reali possibilità di vittoria dell’uno o dell’altro candidato. L’elezione di Donald Trump, ammettiamolo, è stato un fulmine a ciel sereno e lo è stato da ogni prospettiva, sia che facessimo il tifo per lui oppure no. Nessuno si aspettava una sua vittoria, non schiacciante, ma per come è strutturato il sistema americano comunque netta. Raccontano, diverse persone vicine alla campagna di Trump, che lo stesso presidente eletto sia rimasto stupito una volta chiaro l’esito del voto.
Ne abbiamo lette e sentite di tutti i tipi: colpa dei sondaggi, colpa degli analisti, colpa dei giornali che hanno perso la cognizione dell’ambiente circostante, perché troppo autoreferenziali (e narcisi). Ritengo ci sia del vero in queste affermazioni, senza però credere che questo basti a spiegare come sia accaduto che l’imprevisto abbia prevalso sul pensiero consolidato. Provo perciò a fare il punto della situazione, una serie di riflessioni maturate nei cinque giorni che hanno seguito l’elezione di Trump.

Continua a leggere sul blog di Fabio Germani

 

Scrivi una replica

News

Elezioni, Orlando: “Surreale l’idea che divisi si è più forti”

“Se si dialoga non c’è frammentazione. Il problema è che non si dialoga quanto si dovrebbe. C’è uno sforzo da fare per impedire che vinca…

21 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Battista: “Non mi candiderò alle prossime elezioni”

“In maniera molto leale e sincera sono qui per darvi una notizia: ho deciso Di non ricandidarmi in Parlamento alle prossime elezioni. E’ una scelta…

21 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2017 Pil in aumento dell’1,5% in termini reali”

“Nel 2017 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) pari all’1,5% in termini reali”. Lo rende noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale di statistica, attraverso…

21 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Rohani: “Annientate le fondamenta dell’Isis”

Il presidente iraniano Hassan Rohani ha dichiarato in diretta tv che le fondamenta dell’Isis sono state annientati. “Gli atti diabolici del gruppo terroristico sono finiti,…

21 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia