In crescita le imprese straniere in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

In crescita le imprese straniere in Italia

Particolarmente significativa è la presenza di ditte individuali e di quelle condotte da imprenditori under 35
di Redazione

Un’indagine curata dal Centro Studi e Ricerche Idos sottolinea che alla fine del 2015 erano oltre 550mila, pari al 9,1% del totale delle imprese attive in Italia, contribuendo a produrre 96 miliardi di valore aggiunto, il 6,7% della ricchezza complessiva.

impresa straniera

La crisi economica non ne ha ridotto la quantità. Anzi. Tra il 2011 e il 2015 gli imprenditori stranieri sono aumentati (+97mila unità) mentre nello stesso periodo il numero delle imprese registrate in Italia è diminuito in totale, complici le difficoltà della crisi economica, dello 0,9%
Particolarmente significativa è la presenza di ditte individuali – lo sono il 79,9% delle imprese straniere, una quota più alta rispetto a quella rilevata tra le concorrenti italiane (50,9%) – e dei giovani imprenditori: complessivamente, in Italia, al 30 settembre scorso risultavano presenti 124mila imprese straniere under 35 su un totale di 608.545 imprese giovanili (dati UnionCamere-InfoCamere).
La maggioranza degli imprenditori stranieri è attivo nel commercio (200mila aziende, 36,4% contro il 24,5% delle imprese italiane), nell’edilizia (129mila unità) e nel comparto manifatturiero, dove si contano oltre 43mila aziende.
Il rapporto sottolinea anche che la presenza delle imprese straniere è considerevole anche nell’artigianato. Un recente dossier di UnionCamere e InfoCamere sull’imprenditoria artigiana straniera – l’artigianato immigrato è un universo composto da 181.494 aziende – ne aveva sottolineato la rilevanza: in Italia, tra il giugno del 2011 e il giugno del 2016, la crescita di attività artigiane di immigrati (+8,3%) ha frenato la caduta dell’intero settore (-7,8%).
UnionCamere e InfoCamere notavano che, negli ultimi 5 anni, le ditte individuali dell’artigianato guidate da stranieri sono aumentate in modo considerevole tra le sartorie, le imprese pulizie e di giardinaggio, settori diversi da quelli tradizionali.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, a giugno indice Pmi in aumento rispetto al mese precedente

A giugno attività economica dell’Eurozona in crescita, trainata dai servizi. Lo sostiene il sondaggio Pmi curato da IHS Markit. L’indice preliminare composito – che unisce…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dazi, Boccia (Confindustria): «Fanno del male all’Italia e all’Europa»

«Siamo un Paese ad alta vocazione di export e quindi i dazi fanno del male all’Italia e all’Europa. Ecco perché su questo aspetto dobbiamo essere…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, nel primo trimestre il Pil rallenta a +0,2%

Nel primo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo della Francia è cresciuto dello 0,2%, in rallentamento rispetto al trimestre precedente (+0,7%). Lo rende noto l’INSSE,…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: «Spero che settimana prossima possa partire il decreto dignità»

«Spero che la settimana prossima possa partite il decreto dignità». Lo ha affermato Luigi Di Maio arrivando al congresso Uil. «La norma eliminerà la burocrazia…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia