Il 61% degli economisti tedeschi sostiene che l’Italia non deve uscire dall’euro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il 61% degli economisti tedeschi sostiene che l’Italia non deve uscire dall’euro

Il 61% degli economisti tedeschi ritiene che l’Italia non debba uscire dall’Euro. Lo rivela un’indagine dell’IFO e del quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung. Secondo la rilevazione, che ha coinvolto circa cento accademici, il 29% degli intervistati è invece favorevole all’uscita del nostro Paese dalla zona euro. Il 52% teme che Un’uscita dell’Italia potrebbe avere un impatto negativo sulla stabilità della zona euro per il 52% degli economisti interpellati. Il 57% ritiene comunque “improbabile” l’abbandono dell’euro da parte dell’Italia.

 

Scrivi una replica

News

Sicilia, Minniti: “L’Osce non monitora elezioni a livello locale”

“Le missioni dell’OSCE vengono solitamente predisposte in occasione dei maggiori appuntamenti elettorali parlamentari o presidenziali e non per le elezioni di livello locale”. Lo ha…

18 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia, Renzi: “Occorre scrivere una pagina nuova”

“La nostra mozione di ieri spiega con forza che c’è bisogno di scrivere una pagina nuova”. Lo ha detto il segretario del Partito democratico, Matteo…

18 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Lavoro, Draghi: “Il Jobs Act ha creato quasi mezzo milione di occupati”

“Gli incentivi fiscali hanno dimostrato di essere in grado di aumentare l’efficacia delle riforme”. Lo ha detto il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi,…

18 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercato immobiliare, gli stranieri “sono in prima fila nella ricerca di una casa da acquistare”

“Gli stranieri sono in prima fila nella ricerca di una casa da acquistare. Si stima che almeno un milione di persone, in affitto o in…

18 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia