Istat: traffico aereo negli scali nazionali in crescita nel 2015 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: traffico aereo negli scali nazionali in crescita nel 2015

Il traffico aereo da e verso gli scali italiani si conferma in crescita nel 2015, confermando le tendenze dell’anno precedente. Secondo quanto riportato da Istat, i passeggeri, negli scali nazionali sono aumentati del 4,4%, le merci e la posta del 3,1%, i movimenti commerciali di aeromobili dello 0,6%. L’aumento dei passeggeri, sottolinea l’istituto, riguarda solo i voli di linea e voli internazionali che crescono maggiormente rispetto ai voli nazionali, rispettivamente del 7,7% contro l’1,8%. Calano invece i passeggeri dei voli charter, con un calo del traffico nazionale del -28,3% e internazionale del -20,7%. Bergamo è l’aeroporto con un maggior aumento di passeggeri rispetto al 2014, rispettivamente con 1,6 milioni in più, seguito da Roma Ciampino con 813mila passeggeri in più e Perugia con 76mila passeggeri. Registrano invece un calo gli scali di Rimini con 310mila passeggeri in meno e Cuneo con 109mila passeggeri. Continua a diminuire l’utilizzo delle compagnie aeree nazionali da parte dei passeggeri arrivati e partiti negli aeroporti italiani.

 

Scrivi una replica

News

Ratko Mladic condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità

Ratko Mladic – ex comandante dell’esercito serbo bosniaco – è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. È stato riconosciuto colpevole di genocidio e…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Zimbabwe, Mnangagwa giurerà venerdì da nuovo presidente

Il nuovo presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa, giurerà nel corso della cerimonia che si terrà nella giornata di venerdì 24 novembre.…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usura, Confesercenti-Sos Impresa: “Vittime 200.000 imprenditori”

“Durante la recessione, il mercato del credito illegale ‘a strozzo’ ha raggiunto un giro d’affari di circa 24 miliardi e coinvolge circa 200 mila imprenditori…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 57,91 dollari al barile e Brent a 63,23 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 57,91 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 63,23 dollari…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia