Pil Italia +0,9%, Germania sotto le attese | T-Mag | il magazine di Tecnè

Pil Italia +0,9%, Germania sotto le attese

I risultati del nostro paese sono in linea con le stime dell'UE. In termini tendenziali la crescita della Francia è dell'1,1%
di Redazione

Nel 2016 il PIL corretto per gli effetti di calendario è aumentato dell’1%, ma la variazione annua sui dati trimestrali grezzi è invece pari a +0,9% (nel 2016 vi sono state due giornate lavorative in meno rispetto al 2015). Lo rende noto l’Istat che sottolinea che i risultati dei conti nazionali annuali per il 2016 saranno diffusi il 1° marzo, mentre quelli trimestrali coerenti con i nuovi dati annuali verranno comunicati il 3 marzo.

crisi-economica3

Nel quarto trimestre del 2016 il prodotto interno lordo, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell’1,1% nei confronti del quarto trimestre del 2015.
Il quarto trimestre del 2016 ha avuto tre giornate lavorative in meno del trimestre precedente e due in meno rispetto al quarto trimestre del 2015.
La variazione congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto nei settori dell’industria e dei servizi e di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell’agricoltura. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta. Nello stesso periodo il PIL è aumentato in termini congiunturali dello 0,5% negli Stati Uniti, dello 0,6% nel Regno Unito e dello 0,4% in Francia. In termini tendenziali, la crescita è stata del 2,2% nel Regno Unito, dell’1,9% negli Stati Uniti e dell’1,1% in Francia.

LA GERMANIA ACCELERA NEL QUARTO TRIMESTRE, MA RESTA SOTTO LE ATTESE
Per quanto riguarda la prima economia europea, la Germania, nel quarto trimestre del 2016 il PIL ha messo a segno un aumento dello 0,4% su base trimestrale. Il dato è peggiore delle attese degli analisti, che si aspettavano una crescita dello 0,5%. Il progresso è comunque evidente dato l’incremento dello 0,1% del trimestre precedente. A influire positivamente il contributo positivo della domanda interna. Su base annuale il PIL tedesco fa segnare una crescita dell’1,2%, ma anche in questo caso la stima degli analisti era superiore: +1,7%.

EUROZONA
Nell’ultimo periodo del 2016 la crescita nell’area dell’euro è risultata stabile, con il PIL a +0,4% rispetto ai tre mesi precedenti e +1,7% su base annua (dati Eurostat).

 

Scrivi una replica

News

Germania, Annegret Kramp-Karrenbauer è la nuova presidente della CDU

Annegret Kramp-Karrenbauer è la nuova presidente della CDU, l’Unione Cristiano-Democratica di Germania tedesca. Al primo turno nessuno dei tre candidati alla presidenza della CDU ha…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tria: «Le mie dimissioni sono un’ipotesi che non esiste»

«Le dimissioni sono un’ipotesi che non esiste». Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, smentendo così ogni voce riguardo sue possibili dimissioni. Tria ha…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Ministro Sanità: «Pronti a ponte aereo per garantire farmaci»

«Il Regno Unito è pronto a realizzare un ponte aereo per garantire le forniture di farmaci d’importazione nell’eventualità di intoppi al porto di Dover, o…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa, capo staff della Casa Bianca prossimo alle dimissioni

Secondo alcuni media statunitensi, il capo dello staff della Casa Bianca, John Kelly, dovrebbe presentare a breve le dimissioni.L’uscita di Kelly sarebbe legata ai malumori…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia