Verso il referendum sul lavoro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Verso il referendum sul lavoro

I risultati del sondaggio Tecnè per Il Fatto Quotidiano su conoscenza e comportamenti di voto sui due referendum promossi dalla Cgil
di Redazione

Gli italiani sono piuttosto informati riguardo il referendum sul lavoro promosso dalla Cgil che si terrà in primavera. Ad esserne al corrente, infatti, il 55,6% degli intervistati da Tecnè per un sondaggio pubblicato sul Fatto Quotidiano. Il 44,4%, invece, ammette di non sapere del referendum. Se si guarda invece ai temi oggetto del referendum, l’8,7% ne cita uno (l’Articolo 18, quesito che però è stato disinnescato dalla Corte Costituzionale), il 17% l’abolizione dei voucher. Nell’11,3% e nel 12,4% dei casi ne citano due, rispettivamente Articolo 18 e abolizione dei voucher e di nuovo abolizione dei voucher e responsabilità delle imprese appaltatrici (nei confronti, cioè, dei lavoratori impiegati negli appalti). Ne citano tre nel 3,4% dei casi: Articolo 18, abolizione dei voucher e responsabilità delle imprese. In definitiva gli argomenti di cui trattano il referendum dichiara di conoscerli molto bene il 3,3% degli intervistati, superficialmente il 53,1%, affatto il 43,6%.

diapositiva_01

diapositiva_02

diapositiva_03

Riguardo al giudizio sui voucher, appena il 13,6% ritiene che svolgano un ruolo positivo perché riducono il lavoro nero. Esprime parere negativo, invece, il 60,2% perché rendono più precario il lavoro. È infine incerto il 26,2% del campione. Sulla responsabilità delle imprese appaltatrici, il 52,1% afferma che è giusto che le imprese siano responsabili. Per il 17,1% è sbagliato mettere troppi paletti, mentre il 30,8% è incerto.

diapositiva_04

diapositiva_05

La partecipazione al referendum: quello per cui si voterà a breve è di tipo abrogativo, per cui servirà il raggiungimento del quorum per renderlo valido. Ad oggi “sicuramente” andrebbe a votare il 20,8% degli intervistati, “probabilmente” il 40,9%. Mentre non andrebbe a votare “probabilmente” il 13,6% e “sicuramente” il 19,3%. Non sa il 5,4%. I partecipanti al referendum – stima al 53,2%, ponderando la partecipazione effettiva al referendum costituzionale – voterebbero “Sì” all’abolizione dei voucher nell’84,2% dei casi e nell’84,1 sulla responsabilità delle imprese; “No” sul tema voucher nel 15,8% dei casi, 15,9% sul tema responsabilità delle imprese.

diapositiva_06

diapositiva_07

In conclusione l’82,6% degli intervistati esprime un parere negativo sul Jobs Act, appena il 13% lo giudica positivamente (non indica il 4,4%).

diapositiva_08

CARATTERISTICHE METODOLOGICHE DELLA RICERCA:

Campione a 2 stadi rappresentativo della popolazione > 18 anni residente in Italia, articolato per sesso, età e area geografica data di effettuazione delle interviste e numerosità del campione:

– 14-15 febbraio 2017: 1.000 casi – Margine di errore: +/- 3,1%

Metodo di rilevazione: CATI – CAMI

Committente: IL FATTO QUOTIDIANO
Soggetto realizzatore: Tecnè S.r.l.

 

Scrivi una replica

News

Banche, Antonio Patuelli confermato presidente dell’Abi

Antonio Patuelli è stato confermato presidente dell’ABI, l’Associazione bancaria italiana. Lo ha deciso all’unanimità il comitato esecutivo dell’ABI. Patuelli resterà in carica fino all’estate 2020.…

17 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Israele, Netanyahu: “Ambasciata Usa a Gerusalemme entro un anno”

L’ambasciata statunitense potrebbe essere trasferita da Tel Aviv a Gerusalemme “molto più velocemente di quanto si pensi, probabilmente entro un anno da oggi”. Lo ha…

17 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: “La mancanza di lavoro resta l’emergenza principale dell’Italia”

“La mancanza di lavoro, nonostante negli ultimi tempi si sia registrato un sensibile miglioramento, come risulta anche dai dati dell’Istat dei giorni scorsi, resta l’emergenza…

17 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, l’indipendentista Roger Torrent eletto presidente del Parlamento catalano

Il deputato indipendentista di Girona, Roger Torrent, è il presidente del nuovo Parlamento catalano. Torrent – esponente dell’Erc, i Repubblicani Catalani di Sinistra – è…

17 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia