Verso il referendum sul lavoro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Verso il referendum sul lavoro

I risultati del sondaggio Tecnè per Il Fatto Quotidiano su conoscenza e comportamenti di voto sui due referendum promossi dalla Cgil
di Redazione

Gli italiani sono piuttosto informati riguardo il referendum sul lavoro promosso dalla Cgil che si terrà in primavera. Ad esserne al corrente, infatti, il 55,6% degli intervistati da Tecnè per un sondaggio pubblicato sul Fatto Quotidiano. Il 44,4%, invece, ammette di non sapere del referendum. Se si guarda invece ai temi oggetto del referendum, l’8,7% ne cita uno (l’Articolo 18, quesito che però è stato disinnescato dalla Corte Costituzionale), il 17% l’abolizione dei voucher. Nell’11,3% e nel 12,4% dei casi ne citano due, rispettivamente Articolo 18 e abolizione dei voucher e di nuovo abolizione dei voucher e responsabilità delle imprese appaltatrici (nei confronti, cioè, dei lavoratori impiegati negli appalti). Ne citano tre nel 3,4% dei casi: Articolo 18, abolizione dei voucher e responsabilità delle imprese. In definitiva gli argomenti di cui trattano il referendum dichiara di conoscerli molto bene il 3,3% degli intervistati, superficialmente il 53,1%, affatto il 43,6%.

diapositiva_01

diapositiva_02

diapositiva_03

Riguardo al giudizio sui voucher, appena il 13,6% ritiene che svolgano un ruolo positivo perché riducono il lavoro nero. Esprime parere negativo, invece, il 60,2% perché rendono più precario il lavoro. È infine incerto il 26,2% del campione. Sulla responsabilità delle imprese appaltatrici, il 52,1% afferma che è giusto che le imprese siano responsabili. Per il 17,1% è sbagliato mettere troppi paletti, mentre il 30,8% è incerto.

diapositiva_04

diapositiva_05

La partecipazione al referendum: quello per cui si voterà a breve è di tipo abrogativo, per cui servirà il raggiungimento del quorum per renderlo valido. Ad oggi “sicuramente” andrebbe a votare il 20,8% degli intervistati, “probabilmente” il 40,9%. Mentre non andrebbe a votare “probabilmente” il 13,6% e “sicuramente” il 19,3%. Non sa il 5,4%. I partecipanti al referendum – stima al 53,2%, ponderando la partecipazione effettiva al referendum costituzionale – voterebbero “Sì” all’abolizione dei voucher nell’84,2% dei casi e nell’84,1 sulla responsabilità delle imprese; “No” sul tema voucher nel 15,8% dei casi, 15,9% sul tema responsabilità delle imprese.

diapositiva_06

diapositiva_07

In conclusione l’82,6% degli intervistati esprime un parere negativo sul Jobs Act, appena il 13% lo giudica positivamente (non indica il 4,4%).

diapositiva_08

CARATTERISTICHE METODOLOGICHE DELLA RICERCA:

Campione a 2 stadi rappresentativo della popolazione > 18 anni residente in Italia, articolato per sesso, età e area geografica data di effettuazione delle interviste e numerosità del campione:

– 14-15 febbraio 2017: 1.000 casi – Margine di errore: +/- 3,1%

Metodo di rilevazione: CATI – CAMI

Committente: IL FATTO QUOTIDIANO
Soggetto realizzatore: Tecnè S.r.l.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Tusk: «Uno scenario di non accordo è più probabile rispetto al passato»

Sulla Brexit «dobbiamo restare fiduciosi e determinati, poiché c’è volontà di continuare questi negoziati da entrambe le parti». Lo ha scritto il presidente del Consiglio…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Juncker: «Una deviazione dell’Italia sarebbe inaccettabile per altri Paesi»

«Se accettassimo il derapage» previsto dalla manovra rispetto alle regole europee «alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie e invettive con l’accusa di essere troppo flessibili…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Serve una gestione condivisa per i migranti»

«Il Consiglio europeo arriva in un momento in cui i cittadini attendono dall’Ue risposte concrete. Le elezioni europee porteranno a una nuova Commissione: dovremo lavorare…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Bisogna ridurre il gap di crescita con l’Ue»

«È fondamentale per il nostro Paese ridurre il gap di crescita con l’Ue orientando la spesa verso equilibrio e stabilità». Così il primo ministro, Giuseppe…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia