Valore aggiunto: il ruolo delle società non finanziarie | T-Mag | il magazine di Tecnè

Valore aggiunto: il ruolo delle società non finanziarie

Le imprese del settore manifatturiero hanno contribuito alla crescita complessiva del valore aggiunto per 1,2 punti percentuali, mentre quelle dei servizi per 1,5 punti percentuali. +0,2% per le costruzioni e variazione nulla per il settore agricolo
di Redazione

Nel corso del 2016, spiega l’Istat nell’ultimo resoconto sui Conti economici nazionali per settore istituzionale, il valore aggiunto a prezzi correnti generato nel complesso dell’economia nazionale è aumentato dell’1,5% rispetto al 2015.

Come nelle precedenti rilevazioni, un ruolo fondamentale è stato giocato dalle società non finanziarie, il cui contributo alla crescita del valore aggiunto è nettamente superiore non solo a quello delle famiglie (produttrici o consumatrici), ma anche a quello delle amministrazioni pubbliche e delle società finanziarie.
In particolare – emerge dalle tabelle dell’Istituto nazionale di statistica – il contributo delle società non finanziarie alla crescita del valore aggiunto totale nazionale è stato pari all’1,4% rispetto al 2015 (quando si registrò una crescita dell’1,5%, contro il lieve +0,5% del 2014) contro lo 0,5% registrato complessivamente da famiglie e amministrazioni pubbliche e il contributo negativo (-0,3%) delle società finanziarie.
Osservando nel dettaglio le società non finanziarie, si può osservare come il valore aggiunto del settore sia aumentato del 2,9% rispetto al 2015 (quando l’Istat registrò un +3% a fronte del +1,1% dell’anno precedente). Un aumento a cui hanno contribuito positivamente sia il comparto industriale che quello dei servizi e, in misura minore, quello delle costruzioni.
Più precisamente, si parla di un aumento dell’1,3% (di cui un +1,2% ha interessato, nel dettaglio, le attività manifatturiere), di un +1,5% per i servizi e un +0,2% per le costruzioni. Variazione nulla invece per agricoltura, silvicoltura e pesca. Tra i servizi, i contributi maggiori al valore aggiunto delle società non finanziarie sono giunti dal trasporto e magazzinaggio (+0,6%) e dalle attività professionali, scientifiche, tecniche, amministrative e dai servizi di supporto (+0,4%).

 

Scrivi una replica

News

Manchester, la valutazione del rischio attentati secondo gli italiani

L’attentato a Manchester, avvenuto la sera del 22 maggio 2017, subito dopo la chiusura del concerto della popstar Ariana Grande che si è tenuto alla…

23 Mag 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, nel primo trimestre Prodotto interno lordo in crescita dello 0,6%

“L’economia tedesca continua a crescere”. Lo rende noto Destatis, l’Istituto federale di statistica, attraverso la diffusione di un comunicato stampa. Nel primo trimestre 2017, il…

23 Mag 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manchester, lo Stato islamico ha rivendicato la paternità dell’attentato

Il gruppo terrorista Stato islamico (IS) ha rivendicato l’attentato di Manchester. Lo ha fatto attraverso un comunicato diffuso dai canali ufficiali dell’organizzazione e non da…

23 Mag 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Terrorismo, Gentiloni: “Al G7 ribadiremo che la vigliaccheria non avrà la meglio”

“Lavoriamo in queste ore perché dal G7 di Taormina arrivi un messaggio il più possibile forte di impegno straordinario comune contro il terrorismo”. Lo ha…

23 Mag 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia