Veicoli commerciali e macchinari: le imprese tornano ad investire | T-Mag | il magazine di Tecnè

Veicoli commerciali e macchinari: le imprese tornano ad investire

I buoni risultati messi a segno dal mercato dei veicoli commerciali, +8,6% nel primo trimestre, evidenziano il buon andamento del comparto dei beni strumentali
di Redazione

Nel primo trimestre del 2017 il mercato dei veicoli commerciali ha registrato nuovamente una crescita portando le immatricolazioni a 43.130 unità. Un buon andamento, che dimostra come le imprese abbiano ricominciato piano piano ad investire.

I veicoli commerciali sono a tutti gli effetti beni strumentali, ovvero – come spiega l’Istat – beni utilizzati per la produzione di altri beni destinati a essere utilizzati per un periodo superiore a un anno e, in quanto tali, sono frutto di investimenti messi in campo dalle aziende produttrici.
Osservando gli ultimi dati dell’Istat relativi alla produzione e agli ordinativi dei beni strumentali, si può ad esempio osservare come a gennaio (ultimi dati disponibili su fatturato e ordinativi dell’industria) gli ordinativi relativi alla fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a siano aumentati dell’11,2% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, mentre quelli relativi alla fabbricazione di mezzi di trasporto (in cui rientrano anche i veicoli commerciali) hanno registrato un +21,6%.
Anche i dati relativi alla produzione industriale sembrano andare nella stessa direzione, almeno da quanto emerge dal confronto congiunturale. Le tabelle dell’Istat mostrano infatti – in questo caso i dati sono aggiornati al mese di febbraio – un aumento della produzione di beni strumentali pari a 2,9 punti percentuali. In particolare tra gennaio e febbraio la fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. ha riportato un aumento dell’1,2% a cui si aggiunge il +2,9% della fabbricazione di mezzi di trasporto.
Secondo l’Ucimu – l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot, automazione e di prodotti a questi ausiliari (sostanzialmente i sistemi per produrre) di Confindustria – la produzione del settore in questione è cresciuta del 5% nel corso del 2016. Una performance legata soprattutto al mercato interno (le vendite intra-muros di macchinari e utensili sono aumentate del 20,5% nel periodo considerato), a fronte di un calo delle vendite sui mercati esteri (-3,3%).

 

Scrivi una replica

News

Calenda: “Ok a detassazione sulla produttività”

“Concordo con Boccia sulle finalità di un ‘patto per la Fabbrica’ che avvicini la contrattazione all’impresa. E siamo pronti a fare la nostra parte valutando…

24 Mag 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Praet: “E’ entrata con una forte crescita nel secondo trimestre”

Gli ultimi dati dalle indagini congiunturali “indicano che l’economia dell’area dell’euro è entrata con una forte crescita nel secondo trimestre”. Lo ha detto il direttore…

24 Mag 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Boccia: “L’Italia deve continuare lungo la strada delle riforme”

“La sfida del Paese è continuare lungo la strada delle riforme: Per vincerla servono governabilità e stabilità”. Lo ha dichiarato Vincenzo Boccia nel corso dell’assemblea…

24 Mag 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Boccia: “Azzerare il cuneo fiscale su assunzione dei giovani”

“Azzerare il cuneo fiscale sull’assunzione dei giovani per i primi tre anni. Sapendo fin d’ora che dopo dovremo ridurlo per tutti”. È quanto proposto da…

24 Mag 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia