Alitalia, Calenda: “Prestito da 400 milioni di euro in attesa di un acquirente” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Alitalia, Calenda: “Prestito da 400 milioni di euro in attesa di un acquirente”

Il governo chiederà all’Unione europea l’autorizzazione per un prestito ponte per Alitalia fino a 400 milioni di euro. Il prestito dovrebbe garantire ad Alitalia di volare fino all’arrivo di un acquirente. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda. “L’unica cosa sarà avere un prestito ponte da parte dello Stato che consenta ad Alitalia di andare avanti in attesa di un compratore”. La cifra è di “3-400 milioni per assicurare la continuità di gestione”, ha detto il ministro intervenendo nel corso di un’intervista a Radio 24.

 

Scrivi una replica

News

Germania, Schäuble eletto presidente del Bundestag

Wolfgang Schäuble è stato eletto presidente del Bundestag, il parlamento tedesco. Classe 1942, tra le altre cose, Schäuble è stato anche ministro dell’Interno, ministro delle…

24 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, anche con elezioni anticipate l’applicazione dell’art.155 non si può evitare

Anche convocando anticipatamente le elezioni, il presidente della Catalogna, Carles Puigdemont, non può evitare l’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione spagnola annunciato dal governo spagnolo sabato.…

24 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Disponibile a discutere sui referendum per l’autonomia”

“Guardo con interesse, rispetto, disponibilità alla discussione aperta dai referendum sul tema dell’autonomia”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Consiglio, intervenendo da Marghera,…

24 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Tusk: “Come andrà a finire dipende da Londra”

“Dipende da Londra come andrà a finire: con un buon accordo, senza accordo o senza Brexit”. Lo ha detto Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo,…

24 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia