Il primo rischio per le aziende in Italia è la crisi economica, secondo un’indagine Aon | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il primo rischio per le aziende in Italia è la crisi economica, secondo un’indagine Aon

È la crisi economica il primo rischio per le aziende in Italia, mentre negli Stati Uniti è il ‘cyber crime’. È quanto emerge dall’edizione del 2017 della Global risk management survey di Aon. L’indagine viene condotta in 64 Paesi e 1.800 manager di aziende pubbliche e private. Tra i manager che lavorano in Italia al secondo posto dei rischi aziendali ci sono i danni a reputazione e marchio (al primo posto a livello globale), seguito dall’aumento della concorrenza, dalla responsabilità degli amministratori, dalla mancata capacità di innovare e soddisfare i clienti. Il rischio politico è al 33esimo posto, mentre a livello globale è tornato tra i primi dieci rischi. In Italia, il rischio di credito rimane un fattore di forte preoccupazione, al settimo posto, mentre a livello mondiale si posiziona solo in 22esimo posizione

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia: «Rivista al ribasso la crescita prevista per il 2019: possibile recessione tecnica»

«In Italia, dopo che la crescita si era interrotta nel terzo trimestre, gli indicatori congiunturali disponibili suggeriscono che l’attività potrebbe essere ancora diminuita nel quarto».…

18 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banca Carige, la Commissione europea ha approvato il piano del governo per garantire i bond

Lo schema elaborato dal governo, per garantire i bond emessi da Banca Carige e per aiutarlo a raccogliere i fondi di cui necessita, è stato…

18 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Maturità 2019, rese note le materie per la prova multidisciplinare

Nella seconda prova scritta della maturità 2019, debutta la prova multidisciplinare: al liceo classico sono previsti, infatti, Latino e Greco; Matematica e Fisica allo Scientifico.…

18 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Giusto riflettere sull’austerità»

Le recenti dichiarazioni del presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, sull’eccessiva austerità negli anni della crisi del debito nell’Eurozona «hanno stimolato alcune riflessioni che…

18 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia