La disparità di genere nel settore ICT | T-Mag | il magazine di Tecnè

La disparità di genere nel settore ICT

Secondo i più recenti dati dell'Eurostat solo due studenti su dieci delle discipline legate all'Information and comunication technology è di sesso femminile
di Redazione

Come in molti settori, anche in quello innovativo dell’Information and comunication technology (ICT), c’è una forte disparità di genere. Secondo gli ultimi dati dell’Eurostat, ad esempio, solo il 17% degli studenti impegnati in percorsi accademici di questo tipo è di sesso femminile.

Secondo l’ultimo resoconto dell’isituto europeo d statistica, intitolato Girls and women under-represented in ICT, degli oltre 1,4 milioni di europei che studiano discipline legate all’ICT meno di due su dieci sono donne, appunto il 17,2%. Una percentuale che in Italia scende al 14,1% contro il 34,4% della Bulgaria, il 32,8 del Belgio e il 31,2% della Grecia. Meglio di noi e della media dell’Unione europea fanno anche il Regno Unito, con una quota del 20,5%, e la Germania, con il 17,4%, mentre Francia e Spagna presentano rispettivamente quote del 14,3% e del 13,2%.
Anche per quanto riguarda l’occupazione dopo il percorso di studi il settore dell’ICT non sembra a portata di donna. Secondo lo studio Women active in the ICT sector, solo il 30% della forza lavoro del settore è costituito da donne, una percentuale che a livello globale, secondo l’Ocse, scenderebbe al 20% (alcuni studi indicano per l’Italia una quota ancor più bassa).
Ma la disparità di genere non è una prerogativa solo dei settori legati alla tecnologia. Secondo uno studio di McKinsey mentre le donne rappresentano la metà (il 50%) della popolazione in età da lavoro, esse generano soltanto il 37% del prodotto interno lordo. Stando allo studio se il tasso di occupazione femminile si livellasse con quello maschile, il Pil mondiale annuo aumenterebbe di circa 28 mila miliardi nel 2025.

 

Scrivi una replica

News

Manovra, incontro Juncker-Conte in programma per mercoledì

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, incontrerà quello della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, per discutere della manovra italiana, mercoledì 12 dicembre, a Bruxelles. Lo ha…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Migranti, sono 164 i Paesi che hanno aderito al Global compact for Migration

Sono 164 i Paesi che hanno aderito per acclamazione, durante il vertice di Marrakech, al Global compact for Migration, il patto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Bruxelles: «L’accordo raggiunto non rinegoziabile»

«Il nostro assunto di lavoro resta che la Gran Bretagna lascerà l’Ue il 29 marzo 2019» e che l’accordo raggiunto sia «l’unico possibile», «non rinegoziabile»,…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May annuncia alla Camera dei Comuni il rinvio del voto sull’accordo

«Se il voto fosse andato avanti, sarebbe stato bocciato con ampio margine». Lo ha detto la premier britannica, Theresa May, motivando il rinvio del voto…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia