Fiducia delle imprese al top dal 2007 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fiducia delle imprese al top dal 2007

Il contributo maggiore alla crescita dell'indice generale calcolato dall'Istat è giunto dalle imprese di costruzioni, salita a 128 punti dai 123,3 di marzo. Stabile la fiducia dei consumatori
di Redazione

Mentre la fiducia dei consumatori, ad aprile, è rimasta su livelli vicini a quelli registrati nel corso del mese precedente (107,6 contro i 107,5 di marzo), l’indice che calcola il sèntiment delle imprese ha riportato un notevole incremento, raggiungendo – spiega l’Istituto nazionale di statistica – il valore più elevato dall’ottobre del 2007.

In particolare, si legge nel resoconto, l’indice che misura il clima di fiducia delle imprese presenti sul territorio italiano è aumentato di oltre due punti, passando dai 105,1 punti di marzo ai 107,4 del mese in corso. Il miglioramento della fiducia è legato a tutti i settori considerati dall’indagine, ma l’aumento maggiore ha interessato quello che, forse, ancora oggi, è più in difficoltà: le costruzioni.
Nel periodo considerato, infatti, l’indice di fiducia delle imprese di costruzioni è passato da 123,3 punti a 128, risultato di un incremento notevole del clima di fiducia dei aziende legate a lavori di costruzioni specializzati, da 130,1 a 136,9, ma anche di un miglioramento del sèntiment delle imprese di costruzioni di edifici (da 110,7 a 113,1) e di quello delle imprese legate all’ingegneria civile (da 120,3 punti a 122,4). Si rilevano miglioramenti sia per i giudizi su ordini e/o piani di costruzione che per le attese relative all’occupazione per tutte le tipologie di imprese di costruzione considerate.
Osservando gli altri settori si può notare un aumento da 107,2 a 107,9 del clima di fiducia dell’industria manifatturiera, legato in larga parte al miglioramento che ha interessato il clima di fiducia delle industria della produzione di beni intermedi, passato da 103,5 punti a 107, a fronte dei cali che hanno riguardato i beni di consumo, da 103,8 a 103, e i beni strumentali, da 114,8 a 113,9.
Sale da 106,4 a 107,8 l’indice che misura il clima di fiducia delle imprese dei servizi di mercato (da 111,3 a 119,2 per il trasporto ed il magazzinaggio, da 97,9 a 96,5 per i servizio turistici, da 114,5 a 115,9 per l’informazione e la comunicazione e da 102,2 a 100,2 per i servizi alle imprese e altri servizi) e da 108,8 a 110,8 per le imprese del commercio (da 109,2 a 110,8 per la grande distribuzione e da 107 a 110,5 per la distribuzione tradizionale).

 

Scrivi una replica

News

Quantitative easing, Draghi: “Ampie ricerche dimostrano il suo successo”

“Ampie ricerche empiriche hanno affermato il successo di queste politiche nel supportare l’economia e l’inflazione, sia nell’Eurozona, sia negli Usa”. Lo ha detto il presidente…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, indice Pmi manifattura in crescita a 59,4 punti

Sale a 59,4 punti dai 58,1 di luglio l’indice Pmi manifatturiero della Germania nel mese di agosto. Il dato è superiore alle attese che prevedevano…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, indice Pmi manifattura in aumento a 57,4 punti

Cresce l’indice Pmi manifatturiero dell’Eurozona, che ha registrato un aumento a 57,4 punti nel mese di agosto, contro i 56,3 punti precedentemente stimati.…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, indice Pmi manifattura in aumento a 55,8 punti. Ai massimi da 6 anni

L’indice Pmi manifatturiero della Francia ha registrato nel mese di agosto un balzo a 55,8 punti dai 54,9 di luglio, facendo registrare così i massimi…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia