Manchester, la valutazione del rischio attentati secondo gli italiani | T-Mag | il magazine di Tecnè

Manchester, la valutazione del rischio attentati secondo gli italiani

L’attentato a Manchester, avvenuto la sera del 22 maggio 2017, subito dopo la chiusura del concerto della popstar Ariana Grande che si è tenuto alla Manchester Arena per il suo Dangerous Woman Tour, ha di nuovo fatto sprofondare l’Europa nel terrore. L’Isis ha rivendicato l’attacco attraverso un comunicato diffuso dai canali ufficiali dell’organizzazione e non come spesso è avvenuto da Amaq News Agency, l’agenzia di stampa considerata vicina al gruppo jihadista. Stando alle ricostruzioni, un uomo si è fatto esplodere alla Manchester Arena, uccidendo 22 persone e ferendone 59. Ma nella rivendicazione, l’IS scrive che l’attacco è stato condotto con una bomba comandata a distanza. Ad ogni modo, per la premier britannica Theresa May, l’attacco è stato un’azione codarda contro persone innocenti e giovani indifesi.
L’istituto Tecnè, dopo i recenti fatti di Stoccolma, aveva condotto ad aprile un’indagine per Porta a Porta per sondare gli umori degli italiani e la percezione di pericolo. Secondo il 75% degli intervistati il rischio attentati è “molto” o “abbastanza” alto; il 24% rispondeva di ritenere “poco” o “nessun” rischio per il nostro paese.

Rispondevano di essere “molto” o “abbastanza” preoccupati dal terrorismo, invece, il 77% degli intervistati da Tecnè, mentre si dichiaravano “poco” o “per nulla” preoccupati il 23%.

 

Scrivi una replica

News

Trump: “Non ho mai detto di voler dare armi agli insegnanti”

“Non ho mai detto ‘diamo armi agli insegnanti’. Quello che ho detto è guardare alla possibilità di dare armi a insegnanti esperti di armi con…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps: “Nel 2017 488mila posti di lavoro, solo il 23% a tempo indeterminato”

“Alla fine del 2017, nel settore privato si registra un saldo tra i flussi di assunzioni e cessazioni registrati nel corso dell’anno pari a +488.000,…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giustizia, via libera alla riforma delle carceri

Il governo ha dato il via libera a tre decreti attuativi della riforma dell’ordinamento penitenziario. “E’ un lavoro in progress, lavoriamo con strumenti diversi con…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Commercio, dal 2008 meno negozi più bar-ristoranti e hotel

Attualmente rispetto al 2008, in Italia, ci sono circa 62mila negozi in meno (-10,9%), 39mila bar-ristoranti-hotel in più e una grande crescita delle imprese commerciali…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia