Migliora la situazione economica dell’Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Migliora la situazione economica dell’Italia

Il Pil, nonostante il tasso di crescita sia tra i più bassi dellʼUe, registra unʼaccelerazione nel primo trimestre, giù il tasso di disoccupazione e quello di disoccupazione estesa. Migliora il Misery index della Confcommercio
di Redazione

Sulla scia di un miglioramento di alcuni indicatori, come il tasso di disoccupazione estesa e i prezzi dei beni e dei servizi ad altra frequenza d’acquisto, l’indice della Confcommercio che misura i disagio sociale ha registrato una diminuzione dello 0,8%, riportandosi a livelli che non si vedevano dalla fine del 2016.

Nel corso dei primi quattro mesi dell’anno il MIC (Misery Index Confcommercio) ha infatti seguito un andamento altalenante, salendo a gennaio a 20 punti dai 19,1 di dicembre e a 20,3 punti a febbraio. A marzo e ad aprile ha poi ricominciato a diminuire portandosi prima a 19,9 punti e poi a 19,1. Come anticipato si tratta di un indicatore abbastanza importante, in quanto “misura mensilmente il disagio sociale causato dalla disoccupazione estesa (disoccupati, cassaintegrati e scoraggiati) e dalla variazione percentuale dei prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d’acquisto”.
Ebbene, nel corso del quadrimestre considerato, la disoccupazione estesa è diminuita costantemente, passando dal 14,5% di gennaio al 13,8%, dopo il 14,2% di febbraio e marzo. Da notare come anche il tasso di disoccupazione ufficiale abbia registrato un andamento simile: dall’11,8% di gennaio è sceso all’11,1% di aprile, passando, in questo caso, per l’11,5% di febbraio e marzo. Per quanto riguarda invece i prezzi, le tabelle diffuse dalla Confcommercio mostrano come, dopo gli aumenti rilevati nel corso degli ultimi mesi del 2016 e dei primi del 2017 (dal -0,2% del giugno scorso si è passati al +1% di dicembre, al +2,2% di gennaio) fino a toccare il +3,2% di febbraio, l’indice abbia leggermente rallentato la crescita nell’ultimo bimestre, segnando un +2,7% a marzo e un +2,2% ad aprile.
In generale, la situazione economica sta migliorando (anche se a un tasso inferiore rispetto al resto dell’Unione europea), come testimoniato anche dallo stesso calo del tasso di disoccupazione. Segnali incoraggianti giungono anche dalla nota mensile dell’Istat: nel corso del primo trimestre dell’anno la crescita del Pil italiano ha registrato un’accelerazione passando dal +0,3% del periodo ottobre-dicembre 2016 al +0,4% dei primi tre mesi di quest’anno e potrebbe accelerare ulteriormente al termine del secondo trimestre. Secondo IHS Markit a fine giugno, si registrerà un +0,5%.

 

Scrivi una replica

News

Inflazione: frena in Italia, stabile in Francia. Confermate le stime per Germania e Spagna

Il rallentamento del tasso di inflazione in Italia (che a luglio scende all’1,1% su base annua, dopo l’1,2% di giugno) si accompagna ai risultati di…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio, l’AIE alza la stima sulla domanda mondiale per il 2017

L’AIE, l’Agenzia internazionale dell’energia, ha alzato (leggermente) le stime sulla domanda mondiale di petrolio nel 2017. Nel report, pubblicato oggi, venerdì 11 agosto, l’AIE sottolinea…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: “Siamo pronti a colpire”

“Le soluzioni militari sono ora pienamente predisposte, caricate e pronte a colpire, nel caso in cui la Corea del Nord dovesse agire in modo poco…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trasporto pubblico, l’Antitrust sanziona ATAC con una multa da 3,6 milioni di euro

L’ATAC – la municipalizzata che si occupa del trasporto pubblico a Roma – è stata sanzionata dall’Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia