Crescono del 51% i crimini informatici in Italia tra il 2010 e il 2015 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crescono del 51% i crimini informatici in Italia tra il 2010 e il 2015

Dall’analisi condotta da DAS, compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale, emerge che tra il 2010 e il 2015 il numero di crimini informatici è aumentato del 51%, con i maggiori reati in Liguria mentre la Puglia è la regione con la più bassa presenza di reati. Il fenomeno del cybercrime è più che raddoppiato in Friuli Venezia Giulia (+133,8%), Umbria (+102,3%) e Liguria (+101,6%), ma percentuali elevate si sono registrate anche in Molise (+99,1%), Trentino Alto Adige (+90,2%) e in misura minore in Basilicata (+69,4%). Invece le regioni dove la crescita registrata non è stata rilevante sono state la Campania (+17,1%), Valle d’Aosta (+19,5%) e Puglia (+34,5%).

 

Scrivi una replica

News

Governo, Bruxelles: «Commenteremo al momento dato»

«Non abbiamo ancora visto il testo» del contratto di governo tra Lega e Movimento 5 Stelle. Lo ha detto un portavoce del presidente della Commissione…

18 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Cottarelli: «Misure contenute nel contratto costano 125,7 miliardi»

Le misure contenute nel contratto di governo tra Lega e Movimento 5 stelle costano una cifra compresa tra i 108,7 e i 125,7 miliardi di…

18 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Berlusconi: «Nell’ultima telefonata ho consigliato a Salvini di tornare a casa»

«Nell’ultima telefonata che gli ho fatto ho consigliato a Salvini di tornare a casa». Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intervenendo…

18 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Casa, Bankitalia: prezzi stabili nel I trimestre e domanda in crescita

Il mercato immobiliare nel primo trimestre dell’anno ha registrato prezzi stabili e una domanda in crescita. Lo ha reso noto Bankitalia, secondo la quale la…

18 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia