Industria: prosegue l’espansione dell’attività manifatturiera | T-Mag | il magazine di Tecnè

Industria: prosegue l’espansione dell’attività manifatturiera

Mentre il settore energetico e quello estrattivo riportano segnali di debolezza, la manifattura continua a crescere: +0,9% congiunturale, +0,9% trimestrale, 3,1% annuo e +1,3% per la media del periodo gennaio-maggio sullo stesso periodo dello scorso anno
di Redazione

A maggio l’indice dell’Istat che misura la produzione industriale del Paese è tornato in territorio positivo sia a livello congiunturale che tendenziale, arrivando a toccare in entrambi i casi il secondo valore più elevato dall’inizio dell’anno. Un contributo fondamentale è stato dato alle attività manifatturiere che, al contrario del settore energetico e di quello estrattivo, continua ad espandersi.

Rispetto ad aprile (quando si registrò un calo dello 0,5%), infatti, la produzione industriale è aumentata dello 0,7%, mentre rispetto allo stesso mese dello scorso anno si rileva una crescita del 2,8% sia per l’indice corretto per gli effetti di calendario (ad aprile si registrò un +0,9%) che per il dato grezzo (-6,6% ad aprile). Bene anche il confronto tra il trimestre marzo-maggio e dicembre 2016-febbraio 2017, rispetto al quale si registra una crescita dello 0,2%. Ancora più marcato l’incremento registrato nell’arco di questi primi cinque mesi rispetto allo stesso periodo di un anno fa: 1,7%.
Osservando i principali raggruppamenti di industrie si nota un aumento congiunturale considerevole della produzione sia di beni strumentali (+2,3%) che di beni di consumo durevoli (+2,7%), mentre quelli di consumo non durevoli (-0,2%), quelli intermedi (-0,4%) e l’energia (-1%) riportano un calo. A livello trimestrale (confrontando quindi questi ultimi tre mesi con i precedenti) la produzione di beni di consumo risulta aumentata dell’1,6% (+3,8% per quelli durevoli e +1,2% per quelli non durevoli), quella di beni strumentali del 2,1%. Variazione nulla per la produzione di beni intermedi e calo del 7,4% per l’energia.
Rispetto ad un anno fa si registra un aumento di tutti i raggruppamenti: per i beni di consumo si rileva infatti un +2,5% (+8,7% per quelli durevoli e +1,6%) per quelli non durevoli), +5,9% per quelli strumentali, +0,4% per quelli intermedi e +1% per l’energia. Il consuntivo sui primi cinque mesi mostra una crescita dell’1,3% per la produzione di beni di consumo (+2,7% per quelli durevoli, +1,2% per quelli non durevoli), un +0,8% per quelli strumentali, un +1,4% per quelli intermedi e un +4,5% per l’energia.
Osservando i settori di attività economica salta subito all’occhio il buon andamento delle attività manifatturiere (+0,9% congiunturale, +0,9% trimestrale, 3,1% annuo e +1,3% per la media del periodo gennaio-maggio sullo stesso periodo dello scorso anno), trend previsto in espansione anche dalle rilevazioni di IHS Markit. L’indice Pmi (che monitora appunto l’attività del settore manifatturiero) è cresciuto a 55,2 punti a giugno, confermando la risalita che ha portato a chiudere il miglior trimestre degli ultimi sei anni. “La produzione è aumentata ad un tasso più rapido sostenuta da una crescita forte e prolungata di nuovi ordini. I dati sui nuovi ordini giunti dall’estero sono stati particolarmente positivi, mostrando il maggiore incremento in oltre due anni”, spiegano infatti gli economisti di Markit.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Macron: “Il passaggio alla fase 2 del negoziato è nelle mani della May”

“Il passaggio alla fase 2 del negoziato sulla Brexit è nella mani di Theresa May. Sul fronte finanziario non siamo neanche a metà del cammino…

20 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siria, Raqqa dichirata ufficialmente libera dalle forze filo-Usa

Le forze filo-Usa hanno dichiarato Raqqa ufficialmente libera. La città era “capitale” dello Stato islamico ed è stato ufficialmente dichiarato libera da ogni presenza di…

20 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Catalogna, accordo Pp-Pse per elezioni a gennaio in caso di commisariamento con art. 155

Se la regione ribelle sarà commissariata con l’art. 155 della costituzione, il premier spagnolo Mariano Rajpy e il leader Psoe Pedro Sanchez hanno deciso di…

20 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Possibili misure su web tax in manovra”

“Nella cena di ieri i leader Ue hanno discusso a lungo di web tax, ma voglio sia chiaro che i tempi Ue, così come quelli…

20 Ott 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia