Caso Charlie, i genitori rinunciano a battaglia legale: “È troppo tardi” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Caso Charlie, i genitori rinunciano a battaglia legale: “È troppo tardi”

I genitori del piccolo Charlie, affetto da una malattia degenerativa, sembrano intenzionati a rinunciare alle vie legali per le cure del figlio. L’annuncio, secondo quanto apprendono media britannici, sarebbe stato dato dal legale della coppia, Grant Armstrong. La decisione di rinunciare alla battaglia legale (quindi di trasferire il piccolo negli Stati Uniti nel tentativo di poterlo salvare) sarebbe giunta dopo avere appreso i resoconti degli ultimi rapporti medici: sarebbe troppo tardi per curarlo.

 

Scrivi una replica

News

Unicef: “2,6 milioni di bambini muoiono al primo mese di vita”

Secondo il nuovo rapporto dell’Unicef “Ogni bambino è vita”, circa 2,6 milioni di bambini muoiono nel primo mese di vita, circa 7mila al giorno. “Il…

20 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

BCE: l’Eurogruppo ha appoggiato la candidatura di Luis de Guindos

L’Eurogruppo ha appoggiato la candidatura di Luis de Guindos per la posizione di Vicepresidente della Banca centrale europea (BCE). Il nuovo vicepresidente, se arriverà la…

20 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread tra Btp e Bund a 130 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a 130 punti.…

20 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Meridiana cambia nome in Air Italy e lancia nuovo piano industriale

La compagnia aerea Meridiana ha cambiato nome in Air Italy. Grazie al sostegno economico del nuovo azionista, Qatar Airways, la società intende diventare “il vettore…

19 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia