Italia-Francia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Italia-Francia

Rassegna: dalle mosse di Vivendi per Telecom e Mediaset al muro per l'acquisizione dei cantieri di Saint Nazaire, gli intrecci finanziari dei due paesi. Ne scrive Repubblica
di Redazione

Il muro francese contro l’acquisizione dei cantieri di Saint Nazaire da parte di Fincantieri, per quanto secondo Parigi sia solo “temporaneo” e volto a proseguire nelle negoziazioni, è solo l’ultimo di una serie di incroci finanziari, industriali e – in ultima analisi – politici tra una sponda e l’altra delle Alpi. Ultima in ordine cronologico è stata la partita incrociata Vivendi-Telecom-Mediaset a scaldare gli animi, con le incursioni del finanziere bretone Vincent Bolloré nel capitale della compagnia Tlc prima e del Biscione poi. Operazione, quest’ultima, arrivata dopo aver fatto carta straccia di un accordo con i Berlusconi per rilevare la pay-tv Premium e scambiarsi un pacchetto azionario. E per la quale il ministro Carlo Calenda ha giocato commenti taglienti giudicandola “ostile e un po’ opaca”. Altro che rose e fiori, come dicevano stamane dall’Eliseo, dunque negli ultimi rapporti industriali tra Roma e Parigi.

Continua a leggere su Repubblica.it

 

Scrivi una replica

News

Unione petrolifera: “Consumi in calo nel 2017 dell’1,6%”

“Nel 2017 i consumi petroliferi sono stati pari a 58,5 milioni di tonnellate, con un decremento dell’1,6% (-932.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2016.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, sussidi disoccupazione ai minimi dal 1973

Sono calate di 41.000 unità le richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana, toccando quota 220.000 e segnando i minimi dal…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: “Iva, meno burocrazia per le pmi”

“Più flessibilità e norme comuni sull’Iva per gli Stati, agevolazioni e meno burocrazia per le pmi”. È questa l’ultima misura avanzata dalla Commissione Ue nel…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banche, Commissione europea: “In Italia ottimi progressi sugli Npl”

Tra i Paesi dell’Unione europea, l’Italia è tra quelli che hanno ottenuto i risultati migliori nella riduzione della propria quota di Npl, i crediti deteriorati.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia