Stati Uniti: così accelera l’economia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Stati Uniti: così accelera l’economia

Gli ultimi dati relativi al mercato del lavoro sono particolarmente positivi: il tasso di disoccupazione si attesta nel mese di luglio al 4,3%
di Redazione

Negli ultimi mesi l’economia statunitense ha mostrato segnali positivi, nei diversi indicatori, seppure non sempre in linea con le attese. I dati sul mercato del lavoro i più importanti, con il tasso di disoccupazione sceso su valori minimi da 16 anni. L’economia degli Stati Uniti è cresciuta del 2,6% nel secondo trimestre, quando nel periodo precedente il rialzo era stato dell’1,2%. Le previsioni, tuttavia, avevano indicato una crescita del 2,7%. La crescita, nel periodo di riferimento, è stato trainato dalla spesa per consumi (che contribuisce per larga parte alla formazione del Pil), gli investimenti delle imprese e le esportazioni.

Il momento positivo dell’economia statunitense riflette sul mercato del lavoro. Come si diceva all’inizio, il tasso di disoccupazione si attesta a luglio su valori minimi, al 4,3% (dal 4,4%), con un saldo dei nuovi impieghi a +209 mila: un dato in calo da 231 mila di giugno, ma in questo caso sopra le attese. Il settore dei servizi, soprattutto, ha visto crescere l’occupazione e buone performance sono state registrate nel manifatturiero. Inoltre la retribuzione oraria media è aumentata dello 0,3% dopo la crescita dello 0,2% di giugno: il maggior incremento in cinque mesi.
Eppure, proprio il mercato del lavoro, andrebbe analizzato in una duplice prospettiva. Da un lato la partecipazione alla forza lavoro, che intanto è salita dal 62,8% al 62,9%, continua a rimanere vicina al minimo dal 1977, al 62,4%. Dall’altra i numeri, che sintetizzano comunque un trend al rialzo, potrebbero spingere la Fed a intraprendere presto un ulteriore passo verso la normalizzazione della politica monetaria.

 

Scrivi una replica

News

La vendemmia del 2017 sarà fra le più scarse del dopo guerra, in calo del 25%

La vendemmia del 2017 sarà fra le più scarse del dopoguerra, con un calo del 25% rispetto al 2015. Mentre l’export vinicolo aumenta del 6,3%.…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Quantitative easing, Draghi: “Ampie ricerche dimostrano il suo successo”

“Ampie ricerche empiriche hanno affermato il successo di queste politiche nel supportare l’economia e l’inflazione, sia nell’Eurozona, sia negli Usa”. Lo ha detto il presidente…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, indice Pmi manifattura in crescita a 59,4 punti

Sale a 59,4 punti dai 58,1 di luglio l’indice Pmi manifatturiero della Germania nel mese di agosto. Il dato è superiore alle attese che prevedevano…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, indice Pmi manifattura in aumento a 57,4 punti

Cresce l’indice Pmi manifatturiero dell’Eurozona, che ha registrato un aumento a 57,4 punti nel mese di agosto, contro i 56,3 punti precedentemente stimati.…

23 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia