Inflazione: frena in Italia, stabile in Francia. Confermate le stime per Germania e Spagna | T-Mag | il magazine di Tecnè

Inflazione: frena in Italia, stabile in Francia. Confermate le stime per Germania e Spagna

Il rallentamento del tasso di inflazione in Italia (che a luglio scende all’1,1% su base annua, dopo l’1,2% di giugno) si accompagna ai risultati di Francia e Germania dove l’indicatore scende o resta su valori più o meno stabili. L’obiettivo del 2% fissato dalla Banca centrale europea (BCE) resta ancora distante, soprattutto a causa dell’andamento dei prezzi energetici.

In Germania, nel mese di luglio, l’indice dei prezzi al consumo in Germania è cresciuto dell’1,7% sull’anno, ma dello 0,4% sul mese precedente. In questo caso si registra perciò un aumento (il mese prima l’inflazione era +1,6% su anno e +0,2), seppur contenuto. L’inflazione è invece pressoché stabile in Francia con un calo rispetto al mese precedente dello 0,3%, ma un incremento dello 0,7% su base annua. In Spagna, al contrario, si rileva una crescita a luglio dell’1,5%.
I dati, insomma, confermerebbero il trend già messo in evidenza dalla BCE (la cui prerogativa è centrare il target del 2%). Nel bollettino economico, infatti, l’istituto di Francoforte aveva sottolineato che, pure in presenza di una crescita robusta e generalizzata nell’area dell’euro nel breve periodo, l’espansione economica non si è ancora tradotta in una dinamica dei prezzi più vigorosa.
Già in precedenza si era visto che le pressioni sull’inflazione di fondo – quella al netto delle componenti più volatili quali energetici e alimentari freschi – avevano indotto la BCE ad allontanre le ipotesi di conclusione delle misure non convenzionali di politica monetaria (quantitative easing). La lettura preliminare di luglio dell’Eurostat, tuttavia, aveva indicato per l’Eurozona una situazione di stabilità, mentre per l’inflazione di fondo un aumento dell’1,2% su base annua, sopra le attese.

 

Scrivi una replica

News

Unione petrolifera: “Consumi in calo nel 2017 dell’1,6%”

“Nel 2017 i consumi petroliferi sono stati pari a 58,5 milioni di tonnellate, con un decremento dell’1,6% (-932.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2016.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, sussidi disoccupazione ai minimi dal 1973

Sono calate di 41.000 unità le richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana, toccando quota 220.000 e segnando i minimi dal…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: “Iva, meno burocrazia per le pmi”

“Più flessibilità e norme comuni sull’Iva per gli Stati, agevolazioni e meno burocrazia per le pmi”. È questa l’ultima misura avanzata dalla Commissione Ue nel…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banche, Commissione europea: “In Italia ottimi progressi sugli Npl”

Tra i Paesi dell’Unione europea, l’Italia è tra quelli che hanno ottenuto i risultati migliori nella riduzione della propria quota di Npl, i crediti deteriorati.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia