Il mercato italiano dei wareable device | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il mercato italiano dei wareable device

Solo negli ultimi cinque anni il valore del comparto italiano dei wearable device ha registrato un aumento del 164% rispetto al 2012.
di Redazione

Secondo i dati dell’Euromonitor (ripresi dall’ANSA), il mercato della tecnologia indossabile è in continua crescita e si sta ritagliando una fetta sempre più importante nell’intero mercato dell’elettronica di consumo.

Secondo i numeri, le vendite di elettronica – anche grazie ad una sempre maggiore digitalizzazione – aumenteranno del 4,4% nei prossimi cinque anni, arrivando a toccare un valore totale di circa 700 miliardi di dollari entro il 2022. La categoria della tecnologia indossabile è quella che, secondo le previsioni, nel periodo considerato potrebbe riportare le performance migliori. Solo negli ultimi cinque anni, infatti, il valore del segmento dei wearable device ha registrato un aumento del 164%, passando dai 145 milioni del 2012 ai 18,4 miliardi di dollari nel 2017.
Ad oggi il nostro Paese, è il quinto mercato europeo per il settore dell’elettronica indossabile – il dodicesimo a livello globale – e, stando a quanto riportato dall’Euromonitor, già nel 2022 potrebbe salire sul podio andando ad occupare il terzo posto. Questo perché l’Italia, secondo le performance viste fino ad oggi, è uno dei Paesi con il più alto tasso di crescita in Europa.
Solo nel 2017 le vendite italiane di elettronica indossabile sono aumentate del 108%, raggiungendo un valore di 207 milioni di dollari contro i 23 milioni di dollari del 2014.
Secondo gli analisti, alla base del successo di questa tipologia di device in Italia c’è lo spiccato interesse degli italiani per il benessere della propria forma fisica. Ma non solo, “in Italia – spiega Wee Teck Loo, capo dell’elettronica di consumo di Euromonitor International – sarà sempre più uno status symbol possedere dispositivi di questo tipo, al di là dell’utilizzo in chiave salutista o sportiva”.

 

Scrivi una replica

News

Ue, Amsterdam avrà la nuova sede dell’Agenzia europea del farmaco

Amsterdam sarà la futura sede dell’Agenzia europea del farmaco (EMA). La capitale olandese è stata scelta tra una rosa di diverse candidate, tra cui Milano.…

20 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, Steinmeier: “Formare un governo al più presto”

“Tutte le controparti politiche elette al parlamento tedesco hanno l’obbligo e l’interesse comune di servire il paese”. Così il presidente della Repubblica federale tedesca, Frank-Walter…

20 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Draghi: “L’espansione economica resta solida e ampia”

“L’espansione economica resta solida e ampia per quanto riguarda i settori e i Paesi della zona euro, sostenuta soprattutto dalla domanda interna”. Lo ha detto…

20 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Calcio, Malagò: “Commissariare la Figc è l’unica soluzione”

“Unica soluzione, commissariare la Figc”. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, intervenendo poco dopo le dimissioni dalla presidenza della FIGC presentate da…

20 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia