Alfano: “Le ong diano un contributo in Libia” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Alfano: “Le ong diano un contributo in Libia”

“Ho avviato una discussione con le nostre Ong interessate a operare in Libia. Intendiamo sviluppare nuove iniziative nel settore della protezione dei migranti e dei rifugiati e favorire lo sviluppo delle comunità più colpite dal fenomeno e l’emergere di un diverso tipo di economia, fondata sulla legalità”. Così il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, in occasione di un’audizione al Senato con la collega Roberta Pinotti. Il ministro ha poi annunciato di aver illustrato alle ong italiane un primo bando dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo per l’assistenza sanitaria in Libia. “Vogliamo fare la nostra parte – continua Alfano – per migliorare le condizioni dei migranti e dei rifugiati nei centri in Libia, anche nella prospettiva del superamento di queste strutture”.”Vogliamo che le ong italiane, con esperienza nel settore e in grado di operare nelle aree di crisi, diano un importante contributo, con le autorità libiche e tenendo conto delle prioritarie esigenze di sicurezza degli operatori”

 

Scrivi una replica

News

Migranti, Salvini: «Lo Stato torna a fare lo Stato»

«Lo Stato torna a fare lo Stato, salveremo sempre le vite umane, ma chiederemo alle nostre navi di stare più vicine alle coste italiane». Così…

18 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Lavoro, Di Maio: «Meno rinnovi per i contratti a tempo determinato»

«Ridurremo il numero dei rinnovi per i contratti a tempo determinato» e «allo studio c’è la reintroduzione delle causali». Lo ha detto il ministro del…

18 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

E-commerce: Google pronta a investire oltre mezzo miliardo su JD.com

Google ha annunciato l’intenzione di investire 550 milioni di dollari sul colosso cinese dell’e-commerce JD.com.…

18 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dieselgate: la polizia ha fermato il Ceo di Audi Rupert Stadler

La polizia tedesca ha fermato il ceo di Audi Rupert Stadler perché indagato nell’inchiesta sullo scandalo Dieselgate. Secondo la Dpa lo avrebbero confermato fonti della…

18 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia